Grottaglie: ossessionava una donna, arrestato stalker

L’uomo, con il quale da qualche mese aveva intrapreso una relazione sentimentale, era diventato un vero e proprio stalker. Ormai da tempo, ossessionato da una morbosa gelosia, con le sue continue minacce, cercava di impedirle qualsiasi movimento e relazione ed attraverso il cellullare le inviava

in continuazione, quasi in maniera maniacale, messaggi offensivi estremamente volgari e minacciosi. Per questa situazione ieri mattina, una donna visibilmente agitata e provata si è presentata negli uffici del Commissariato di Grottaglie, per chiedere aiuto. Un atteggiamento che l’uomo ha continuato ad avere anche quando la donna negli Uffici del Commissariato era impegnata nel denunciare i fatti. Ricevendo l’ennesima chiamata, la vittima ha deciso di attivare il vivavoce al suo cellulare per testimoniare dal vivo ai poliziotti le continue minacce di cui era vittima.

Considerando le continue offese spesso anche molto volgari, il poliziotto ha cercato di interrompere la conversazione telefonica e qualificandosi ha invitato l’uomo negli uffici del Commissariato per definire in maniera tranquilla tutta la situazione.

Per tutta risposta l’interlocutore, per nulla intimorito, ha iniziato ad offendere anche il rappresentate delle Forze dell’Ordine. Considerate le continue minacce che lo stalker incurante della presenza dei poliziotti continuava a proferire nei confronti dei presenti, gli agenti del Commissariato hanno deciso di intervenire e, in pochi minuti, lo hanno raggiunto presso il suo domicilio, situato in un comune limitrofo. L’uomo, un tarantino di 32 anni, ha iniziato a scagliare contro i poliziotti tutti i suppellettili che aveva in casa. Dopo una lunga e paziente trattativa, il 32enne è stato riportato alla calma ed accompagnato negli uffici del Commissariato dove peraltro ha continuato nei suoi offensivi comportamenti nei confronti del personale di Polizia. Dopo la denuncia della donna e le reiterate offese verso gli agenti del Commissariato l’uomo è stato arrestato in flagranza di reato per stalking e per minacce, ingiurie e resistenza a Pubblico Ufficiale. Dopo le formalità di rito lo stalker, che già in passato era stato arrestato per un identico reato, è stato accompagnato presso la Casa Circondariale del Capoluogo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: