San Pietro Vernotico: legato e dato alle fiamme Giako salvo per miracolo

E’ stato prima legato, poi cosparso di liquido infiammabile e gli è stata persino negata la fuga,
chiudendo con un armadio la strada che gli avrebbe permesso di entrare in casa”. Il folle gesto è stato compiuto ai danni di un cane dato alle fiamme perché, a quanto pare, abbaiava troppo. I fatti sono avvenuti la scorsa notte sul balcone di un appartamento a San Pietro Vernotico, nel Brindisino: Giako è salvo per miracolo. Qualcuno si è accorto dell’accaduto e ha chiamato soccorsi. Il veterinario ricevuta la segnalazione su quanto accaduto è giunto sul posto e ha poi pubblicato un post su Facebook: “Alle ore 3 – scrive – vengo chiamato poiché viene dato fuoco da sconosciuti a un povero cane in abitazione privata, di proprietà di una vecchietta che dormiva. Scena da brivido, mi ritrovo carabinieri, vigili del fuoco e il povero cane, fortunatamente vivo e in questo stato”.
Sulla vicenda il rappresentante di Animalisti Italiani onlus Alfonso De Liguori ha annunciato che l’associazione si costituirà parte civile: “È un crimine efferato – ha affermato – Pretendiamo una risposta ferma da parte delle istituzioni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: