MiglioriAmo Manduria anche se…l’Amministrazione è sorda

Accendere i riflettori sulle difficoltà che ogni giorno i cittadini di Manduria si trovano a fronteggiare e che sarebbero risolvibili con un modestissimo impegno di spesa e, soprattutto, con una dose di buona volontà da parte di chi amministra. E’ con questo spirito che MANDURIA MIGLIORE, alcuni mesi fa ha varato l’iniziativa, tutt’ora in corso, “MiglioriAmo Manduria”, una raccolta firme messa in atto nelle piazze della città, con l’obiettivo di far emergere le problematiche dei quartieri ed inoltrare quindi le richieste d’intervento, corroborate dalle firme dei cittadini, all’Amministrazione Comunale.
Finora sono circa 500 le firme raccolte nelle tre date finora realizzate in Piazza Giovanni XXIII, Piazza Archita e Piazza S.Gemma. Messi da parte i grandissimi problemi che affliggono la città quali la mancanza di acqua e fogna, strade dissestate, illuminazione pubblica inesistente o insufficiente, la cui soluzione richiede peraltro ingenti risorse economiche, le richieste d’intervento hanno riguardato di volta in volta problemi diversi tra cui: la sistemazione delle giostrine installate nelle piazze, dell’arredo urbano esistente, la pulizia e manutenzione del verde pubblico ed il contrasto al randagismo.
“Le tre istanze – dicono gli organizzatori – sono state regolarmente protocollate ed indirizzate al Sindaco durante i mesi di Ottobre e Novembre 2014. Nessuna azione da allora è stata intrapresa né, ovviamente, nessuna risposta è stata data alle giuste richieste dei cittadini. Fa eccezione una laconica comunicazione del Servizio Ecologia ed Ambiente che, in data 23 Dicembre 2014 si premura di farci sapere che il contrasto al randagismo, in base alle leggi regionali, non è di competenza del Comune ma dell’ASL alla quale viene pertanto inoltrata per competenza la nostra istanza. Involontaria ma palese dimostrazione che, per assurdo, nello scarica barile l’efficienza e la tempestività, qualità latitanti quando le responsabilità ricadrebbero sull’Ente, non mancano”.
Facendo un bilancio, seppur provvisorio dell’iniziativa, Manduria Migliore giunge dunque alla conclusione che “l’attuale Amministrazione Comunale è completamente avulsa dai problemi della cittadinanza, sorda anche a quelli di relativamente immediata e facile soluzione. Ma, ed è questa la cosa più grave, si rifiuta di dialogare con chiunque, decidendo le sorti del paese dall’alto di un irreale “splendido isolamento”. Non è questo ciò che questa grande città ed i suoi abitanti meritano”.
MANDURIA MIGLIORE però, non si dà per vinta, e promette che l’iniziativa “MiglioriAmo Manduria” continuerà nei prossimi mesi toccando altre piazze in cui “incontrare i concittadini, ascoltare i loro problemi e cercare, per quanto in nostro potere, di non farli sentire ancora, come da troppo tempo ormai, soli”.

ManduriaM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: