Manduria: “Premio Stefano Contessa” A spasso tra le nuvole 3^ Ed.

Serata conclusiva del Premio “Stefano Contessa” A spasso tra le nuvole. La giuria presieduta dallo sceneggiatore Alessandro Valenti, ha premiato quale Miglior Cortometraggio in assoluto “La smorfia” di Emanuele Palamara in cui un attore di chiara fama e altrettanta bravura (Gianfelice Imparato veste i panni di un ormai vecchio e malato direttore d’orchestra. Il Premio del Pubblico è andato a “Due piedi sinistri” di Isabella Salvetti, una storia ambientata nelle periferie romane contro la discriminazione. La novità dell’Edizione 2015 è la sezione dedicata al ‘Rispetto del territorio e rapporto Uomo/Ambiente”. Tra le opere pervenute la giuria ha scelto un corto ambientato nella marina di Manduria “Le tartarughe e il muro”, lavoro scritto e sceneggiato da Francesco Di Lauro e diretto da Mirko Dilorenzo.
Presente anche una regista svedese Angela Bravo che ha presentato, fuori concorso, un suo cortometraggio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: