Investiti da una scarica elettrica: muore il proprietario di una stazione di servizio, ferito un tecnico

SAN DONATO DI LECCE – Un tragico incidente sul lavoro si è verificato questa mattina, intorno alle 9.30, nei pressi della stazione di servizio “Apulia Petroli”, sulla provinciale che collega San Donato di Lecce a Galatina. Due persone sono rimaste folgorate da un’improvvisa scarica elettrica mentre stavano sostituendo una lampada dell’illuminazione pubblica. Per Antonio Bruno, di 36 anni, imprenditore di Caprarica di Lecce non c’è stato nulla da fare: è deceduto subito dopo l’arrivo all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce.
L’uomo, titolare dell’impianto di carburante, si trovava all’interno del cestello di un’autoscala manovrato da un tecnico della ditta “Caputo impianti” di San Donato di Lecce, Cesario Caputo, 45 anni, che è rimasto invece ferito ed è ora ricoverato in gravi condizioni presso il nosocomio leccese.
Insieme al personale del 118, sul posto sono arrivati i Vigili del Fuoco, i Carabinieri, gli ispettori dello Spesal e i tecnici dell’Enel per la messa in sicurezza della rete elettrica della zona.
Secondo una prima ricostruzione dell’incidente, la tragedia sarebbe stata provocata dall’involontario contatto con alcuni cavi elettrici, forse danneggiati dal cestello dell’elevatore.
L’uomo lascia la moglie e una figlia neonata.

Ambulanza 118

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: