Arresto a Taranto per droga e cellulari in carcere

Un arresto a Taranto eseguito dalla Squadra Mobile di Taranto  nei confronti di un noto pregiudicato tarantino che è stato collocato agli arresti domiciliari presso un luogo di cura.

 
La misura, disposta dalla Procura della Repubblica di Taranto, era già stata applicata nel giugno scorso con Ordinanza emessa dal GIP di Taranto.
A seguito di un provvedimento giurisdizionale era stata poi  sostituita con quella degli arresti domiciliari con dispositivo elettronico di controllo.
 
La Procura della Repubblica di Taranto aveva proposto appello – accolto dalla Seconda
Sezione Penale del Tribunale – fondato sulla sussistenza di esigenze cautelari di eccezionale rilevanza.
L’imputato infatti,  gravato da annosi e plurimi precedenti penali, si trovava al
momento dell’arresto in regime alternativo alla detenzione in carcere, in stato di detenzione domiciliare e commetteva i reati contestati all’interno della sua abitazione ove si trovava ristretto.
Infatti, il sessantaduenne tarantino fu sottoposto alla misura della custodia cautelare in
carcere su Ordinanza del GIP presso il Tribunale di Taranto lo scorso 1° febbraio 2021, a seguito di arresto in flagranza di reato della Squadra Mobile di Taranto del 29 gennaio 2021. Era ritenuto gravemente indiziato della cessione di sostanza stupefacente ad un appartenente alla Polizia Penitenziaria  che deteneva la droga per cederla successivamente all’interno della Casa Circondariale di Taranto.
Gli veniva inoltre contestato, in concorso, il reato di corruzione perché l’appartenente alla Polizia Penitenziaria, in qualità di pubblico ufficiale, sarebbe venuto meno ai suoi doveri d’ufficio introducendo  all’interno dell’ Istituto penitenziario grammi 25 gr. di hashish e 15 gr. di cocaina), nonché quattro microtelefoni, tre cavetti usb, due schede sim-card, ricevendo in cambio la somma di 375 euro.
Per questi fatti, è stata già emessa sentenza di condanna in primo grado a seguito di giudizio abbreviato.
Con l’appello del Pubblico Ministero,  accolto dalla Seconda Sezione Penale del
Tribunale di Taranto, è stato disposto il ripristino della misura originariamente emessa dal GIP presso il Tribunale di Taranto, eseguita dalla Squadra Mobile.
Arresto a Taranto eseguito dalla Squadra Mobile
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: