UG Manduria Sport: A rischio il salvataggio della matricola 100 se non si formalizzano le dimissioni del presidente

Si è tenuto ieri a Manduria presso Palazzo di Città l’incontro per tentare di salvare il calcio biancoverde.

Com’è noto da qualche settimana il titolo dell’UG Manduria Sport è stato consegnato nelle mani del sindaco, passaggio che segna la necessità di un radicale cambio di passo per uscire dallo stallo che si è creato a causa delle note vicende giudiziarie che hanno coinvolto il presidente della società.

Durante la riunione si è valutato attentamente lo stato dei fatti, mostrando particolare attenzione alle condizioni in cui versa la società UG Manduria Sport e soppesandone le prospettive future. Alla riunione erano presenti oltre al Sindaco e al Presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio Pugliese, Vito Tisci, il vice Presidente FIGC Domenico Favale con il consigliere assembleare Eupremio Leone, il Presidente del Consiglio Gregorio Dinoi, l’assessore allo sport Fabiana Rossetti, i consiglieri comunali Fabrizio Mastrovito e Antonio Mariggiò. 

Dopo aver ringraziato Tisci per la disponibilità e l’interessamento mostrato per la vicenda, il Sindaco ha espresso la volontà dell’Amministrazione di garantire l’iscrizione al campionato al fine di mantenere in vita la gloriosa matricola 100, per poi successivamente valutare la possibilità che una nuova cordata societaria possa farsi carico di portare avanti un progetto a lungo termine. 

Dall’incontro è comunque emersa una grave criticità che potrebbe in qualche modo ostacolare la stessa iscrizione. Difatti, le dimissioni ufficiali del presidente in carica non sono ancora pervenute in Federazione. L’assenza di tale formalità essenziale impedisce qualsiasi azione da parte dell’amministrazione per cui è di primaria necessità che pervengano entro i brevi termini di presentazione dell’istanza d’iscrizione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: