Truffava i clienti con F24 falsi: arrestato commercialista

Avrebbe falsificato modelli F24 e truffato clienti appropriandosi di ingenti somme di denaro da versare al fisco. Oggi i Finanzieri del

Gruppo di Taranto hanno arrestato M.M. di 54 anni, ragioniere commercialista e consulente del lavoro, titolare di uno studio professionale di Taranto, con l’accusa di falsità materiale commessa dal privato in atti pubblici, truffa aggravata, falsità in scrittura privata, dichiarazione infedele e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.
Nei suoi confronti i militari hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcereLa disposta dal G.I.P. presso il Tribunale di Taranto, Martino ROSATI, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica, Giovanna CANNARILE.
Le indagini eseguite dalla Guardia di Finanza sono state avviate a seguito della denuncia di una coppia di imprenditori che hanno segnalato il pagamento di sanzioni ed imposte, a loro contestato da Equitalia, imposte già a suo tempo corrisposte al professionista per il versamento all’Erario.
Approfonditi controlli eseguiti dalle Fiamme Gialle hanno così permesso di accertare che il professionista, nell’arco di tempo compreso tra il 2005 ed il 2013, ha contraffatto 98 modelli F24, così da far risultare i versamenti delle imposte come effettuati, facendosi consegnare a fronte di tali attestazioni di pagamento circa 1.109.000,00 euro, truffando gli ignari clienti. E’ emerso inoltre che il commercialista ha evaso le imposte dirette per circa 1.253.000,00 e l’imposta sul valore aggiunto per circa 430.000,00 euro.
I Finanzieri hanno eseguito anche un Decreto di Sequestro preventivo “per equivalente”, emesso dallo stesso G.I.P. su beni e disponibiità finanziarie dell’indagato, fino alla concorrenza di circa 900.000,00 euro. In particolare, sono stati sequestrati una barca a vela, un appartamento, tre motocicli e depositi bancari.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: