Arsenale. In arrivo 37 milioni dal Tavolo Istituzionale per Taranto.

Pareva ormai per tutti inevitabile che il risanamento infrastrutturale dell’Arsenale di Taranto, l’unico viatico per la valorizzazione produttiva degli insediamenti della Difesa, dovesse essere rinviato per mancanza delle necessarie risorse.

Lo stesso Ministro, nel luglio scorso aveva detto che nel bilancio della Difesa era disponibile solo un milione di euro e non gli oltre 30 necessari per il completamento del piano Brin.

Lo stesso avevano detto gli attori del Tavolo Istituzionale i quali, inizialmente, ritenevano possibile solo la valorizzazione archeologica dell’Arsenale.

Il Movimento dei Lavoratori della Difesa, con caparbietà, ha lavorato in questi mesi raggiungendo un importante risultato: nella riunione preliminare del Comitato interministeriale della programmazione economica sono stati sbloccati 37 milioni di euro per le attività produttive del Ministero della Difesa nel territorio ionico, principalmente destinati al risanamento infrastrutturale dell’Arsenale attraverso il completamento del piano Brin.

Seppur soddisfatto per il risultato ottenuto, il Movimento si prefigge già nuovi obiettivi: ricercare le deroghe per assumere giovani, ripristinare adeguati livelli di lavoro nel settore delle pulizie e delle manutenzioni navali, concretizzare le proposte presentate nel Tavolo Istituzionale, diversificare le attività produttive tradizionali del Ministro della Difesa e pretendere un piano industriale dell’Arsenale definendone la tempistica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: