Taranto. Spacciavano nelle “Case Parcheggio” ai Tamburi: arrestati in quattro.

Circa un mese di indagini condotte dai Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Taranto hanno portato all’arresto di quattro persone accusate, in concorso tra loro, di spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta di Pietro Andrisani, 33enne, Gianluca Capozza, 32enne, Tommaso D’Ippolito, 31enne e Davide Nigro 20enne, tutti pregiudicati tarantini. Nei loro confronti il GIP, Dott.ssa Valeria Ingenito ha emesso un’ ordinanza di custodia cautelare in carcere su richiesta del al Sostituto Procuratore, dott. Remo Epifani.
Nel corso delle indagini i militari hanno eseguito una serie di appostamenti presso il complesso residenziale “Case Parcheggio” del rione Tamburi di Taranto. Gli investigatori in questo modo hanno sorpreso più volte “i clienti” ad entrare in appartamenti, risultati poi essere quelli in cui risiedono gli indagati, ed uscirne dopo aver acquistato dosi di eroina, in alcuni casi anche di ingente quantità.
I consumatori, bloccati mentre si allontanavano dall’edificio, venivano regolarmente trovati in possesso di dosi di eroina nascoste in varie parti dei capi d’abbigliamento.
Il Capozza e il D’Ippolito usavano spacciare la droga direttamente dall’uscio di casa, mentre l’Andrisani, all’epoca delle indagini agli arresti domiciliari, non potendo esporsi in prima persona, per smerciare la sostanza stupefacente si serviva del Nigro, sempre appostato nei pressi del portone del suo appartamento.
Dopo aver accuratamente analizzato i movimenti dei residenti nelle palazzine delle Case Parcheggio e sequestrato nel complesso circa 200 grammi di eroina, i Carabinieri hanno informato dei risultato l’Autorità Giudiziaria che ha quindi provveduto a richiedere per gli indagati la misura cautelare. I quattro si trovano ora rinchiusi nella locale Casa Circondariale a disposizione dei magistrati.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: