Taranto. Pur lavorando incassa indennità di disoccupazione: 45enne denunciata per truffa

L’INPS, per il suo ruolo istituzionale di ente erogatore di prestazioni sociali di vario tipo, risulta spesso tra i soggetti passivi del reato di truffa aggravata: ciò avviene in più ambiti, tra i quali quelli finalizzati all’ottenimento dell’indennità

di disoccupazione, proprio come il caso di una 45enne, operaia ed incensurata di Taranto, che si sarebbe impossessata illecitamente di 7.200,00 euro.
Le indagini condotte dai Carabinieri della Stazione di Taranto Salinella, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro, hanno permesso di scoprire il raggiro realizzato dalla donna, la quale, pur avendo stabile attività lavorativa in un esercizio commerciale del centro di Taranto, è riuscita ad ottenere l’indennità per disoccupazione, attraverso una contribuzione figurativa di circa 14.000,00 euro, versati fittiziamente per tutto il periodo compreso tra i mesi di gennaio e settembre di quest’anno. sottratti all’INPS proprio come indennità di disoccupazione.
La 45enne è stata denunciata a piede libero alla Procura della Repubblica di Taranto poiché ritenuta responsabile dei reati di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico e di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: