Taranto: Operazione antidroga dei Carabinieri “Mercante in Fiera”. Video servizio.

E’ stata denominata “Mercante in Fiera” la vasta operazione antidroga condotta dai Carabinieri che hanno eseguito 22 provvedimenti cautelari nei confronti di altrettante persone che facevano parte di un’associazione dedita allo spaccio di droga nel tarantino, nonché a San Donaci, Oria, Erchie, Cisternino, Andria, Potenza, Firenze, Torino, e Nogaredo (TN).

Su richiesta della Dda di Lecce, il blitz ha portato 12 indagati in carcere, 8 ai domiciliari e 2 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria. In totale i soggetti coinvolti sono 34 ritenuti responsabili, a vario titolo di: associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, detenzione e spaccio di stupefacenti, detenzione e porto abusivo di armi da sparo, favoreggiamento personale e trasferimento fraudolento di valori.
Per alcuni di questi indagati sono stati eseguiti sequestri preventivi di beni di varia natura del valore complessivo di circa 500 mila euro. Impegnati complessivamente circa 170 militari dei Comandi Provinciali competenti per territorio, nonché unità antidroga del Nucleo CC Cinofili di Modugno, un contingente dello Squadrone Eliportato CC Cacciatori “Puglia”, e un velivolo ad ala rotante del 6° Elinucleo CC di Bari Palese. Ad agire erano tre gruppi criminali distinti ma intrecciati tra di loro: Camassa, Assanti e Soloperto.
Il più importante gruppo operativo su tutto il territorio nazionale, fa capo alla famiglia di Martino Camassa di Martina Franca, i cui componenti svolgevano il lavoro di venditori ambulanti nei mercati e nelle fiere. Di qui il nome dell’operazione, “Mercante in Fiera”. A destare i sospetti degli inquirenti la netta sproporzione tra la capacità economica dei soggetti e quella reddituale: la famiglia martinese possedeva ville lussuose, macchine d’epoca, un motoscafo, beni che non avrebbe potuto acquistare con il reddito dichiarato. E’ stato scoperto che si approvvigionava di droga sui mercati calabresi e baresi per spacciarla in tutta Italia. Sequestrato un totale di beni, pari ad un valore di circa 500 mila euro la cui proprietà era stata fraudolentemente trasferita a terzi al fine di eludere le disposizioni di legge in materia di misure di prevenzione patrimoniali, pur rimanendo nella disponibilità degli indagati. Sotto sequestro una villa con piscina, un B&B, un fabbricato ad uso abitativo a Torre Canne, un’imbarcazione da diporto, 8 automobili fra cui un’Alfa Romeo duetto d’epoca e un ristorante situato a Taranto, in via Giovinazzi.
A questo gruppo se ne affiancava un altro di Oria, organizzato e diretto da Massimo ASSANTI, che vendeva droga anche ai comuni vicini di Manduria ed Erchie. Poi ce n’era un terzo, di San Marzano di San Giuseppe, promosso e coordinato da Angelo SOLOPERTO (capo dell’omonima compagine malavitosa egemone nel comune di San Marzano di San Giuseppe) che si occupava dello spaccio nella zona di San Marzano e Fragagnano.
L’indagine, condotta dal Nucleo Investigativo di Taranto da febbraio 2018 a ottobre 2019, sotto la direzione della DDA di Lecce, si è avvalsa sia di metodi d’investigazione tradizionali (o.c.p.) che di attività tecniche sebbene i gruppi utilizzavano sofisticate apparecchiature elettroniche per la bonifica ambientale di segnali gps utilizzate anche da un tecnico di fiducia. Ma per trasportare con facilità la cocaina avevano anche escogitato all’interno delle vetture ingegnosi metodi per creare vani e doppi fondo del sedile del passeggero, che si azionava premendo il pulsante dello stereo. Trovata anche un’ampia disponibilità di armi. Sequestrati, oltre a circa 5 chili di cocaina e 8 di hashish, 3 fucili, 2 pistole e copioso munizionamento di vario calibro.

SOGGETTI SOTTOPOSTI ALLA CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE:

  1. ARGENTINA GIANGASPARE, 32ENNE DI SAN MARZANO DI SAN GIUSEPPE (TA), IN ATTO SOTTOPOSTO AGLI ARRESTI DOMICILIARI;
  2. ASSANTI MASSIMO, 50ENNE DI ORIA (BR), IN ATTO SOTTOPOSTO AGLI ARRESTI DOMICILIARI;
  3. BRESCIA PIETRO FRANCESCO, 32ENNE DI MARTINA FRANCA (TA), PREGIUDICATO;
  4. CAMASSA MANUEL, 32ENNE DI MARTINA FRANCA;
  5. CAMASSA MARTINO, 52ENNE DI MARTINA FRANCA (TA), IN ATTO SOTTOPOSTO AGLI ARRESTI DOMICILIARI;
  6. CORETTI DANIELE, 48ENNE DI ORIA (BR) IN ATTO DETENUTO PRESSO IL CARCERE DI BRINDISI;
  7. CRISAFULLI SALVATORE, 61ENNE DI FIRENZE, PREGIUDICATO;
  8. LUPOLI EMMANUELA, 45ENNE DI MARTINA FRANCA (TA), IN ATTO SOTTOPOSTA ALL’OBBLIGO DI DIMORA;
  9. MARRELLA LUIGI, 40ENNE DI ERCHIE (BR), IN ATTO SOTTOPOSTO AGLI ARRESTI DOMICILIARI;
  10. RUGGIERO ANTONIO, 48ENNE DI ORIA (BR), SORVEGLIATO SPECIALE CON OBBLIGO DI DIMORA;
  11. SOLOPERTO ANGELO, 55ENNE DI SAN MARZANO DI SAN GIUSEPPE, CAPO DELL’OMONIMO GRUPPO CRIMINALE OPERANTE SUL CITATO COMUNE, DETENUTO PRESSO LA CASA CIRCONDARIALE DI TARANTO;
  12. SOLOPERTO FRANCESCO, 32ENNE DI SAN MARZANO DI SAN GIUSEPPE, SORVEGLIATO SPECIALE CON OBBLIGO DI DIMORA, ESPONENTE DI SPICCO DELL’OMONIMO GRUPPO CRIMINALE OPERANTE SUL CITATO COMUNE;

SOGGETTI SOTTOPOSTI AGLI ARRESTI DOMICILIARI:

13 .CAPILUNGA SERGIO, 52ENNE DI ORIA (BR), PREGIUDICATO;

  1. CLEMENTE BENITO, 41ENNE DI SAN DONACI (BR), PREGIUDICATO;
  2. FRANCO ALESSANDRO, 29ENNE DI SAN MARZANO DI SAN GIUSEPPE (TA) PREGIUDICATO;
  3. PASTORE VITO, 52ENNE DI MARTINA FRANCA (TA) PREGIUDICATO;
  4. RAGUSO ANTONIO, 55ENNE DI MARTINA FRANCA (TA), PREGIUDICATO;
  5. SARLI MICHELE, 28ENNE DI POTENZA, SORVEGLIATO SPECIALE CON OBBLIGO DI DIMORA;
  6. SARLI NICOLA, 50ENNE DI POTENZA, PREGIUDICATO;
  7. TAURINO EGIDIO, 43ENNE DI TARANTO, PREGIUDICATO;

SOGGETTI SOTTOPOSTI ALLA MISURA DELL’OBBLIGO DI PRESENTAZIONE ALLA P.G.:

  1. BONADIE GIUSEPPE, 55ENNE DI ANDRIA (BAT);
  2. CICCARONE MAURIZIO, 32ENNE DI MANDURIA (TA).
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: