Palagiano: appartamento adibito a fumeria, denunciato 32enne

Un’abitazione del centro di Palagiano, nel tarantino, adibita a ” fumeria “: l’hanno scoperta ieri pomeriggio, Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Massafra, impegnati in una più vasta azione di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Già nei giorni scorsi, i militari di Massafra avevano ricevuto segnalazioni circa il continuo andirivieni di giovani, noti come assuntori di stupefacenti. L’appartamento era utilizzato da un 32 enne del posto, gravato da precedenti per reati specifici.
I militari hanno predisposto prima un servizio di osservazione, poi hanno perquisito l’abitazione in cui il giovane risiede con la sua famiglia. Malgrado i reiterati tentativi di nascondere l’esistenza di un ulteriore immobile nella sua disponibilità, i Carabinieri hanno individuato e perquisito la seconda, centralissima dimora, intestata alla madre pensionata.
Al momento dell’ingresso nell’abitazione era percepibile un fortissimo odore di sostanza stupefacente, con tutta probabilità già assunta con spinelli artigianali. Sul pavimento di varie stanze erano visibili i numerosi mozziconi bruciati; nel soggiorno era stato allestito un vero e proprio “banchetto” per il consumo di droghe, dove non mancavano attrezzi c.d. “tritatabacco”, cartine per il confezionamento di spinelli, rudimentali “narghilè”, costituiti da bottiglie di plastica alle quali erano state applicate cannucce per fumare vari tipi di droghe, senza escludere – e questo è certamente il dettaglio più significativo – la presenza di oltre 30 grammi di sostanze stupefacenti tra hashish e marijuana, bilancini di precisione ed altro materiale utilizzato per il confezionamento delle sostanze. Nel freezer del frigorifero dell’abitazione, rinvenuta addirittura una cassetta di metallo, la cui chiave era in possesso del 32 enne. All’interno vi erano alcuni fogli manoscritti, da cui risultava una vera e propria contabilità dell’illecita attività di spaccio, nonché altre confezioni in cellophane contenenti marijuana.
Al termine delle operazioni, è stato disposto il sequestro penale dell’appartamento, che come riscontrato da ulteriori elementi indiziari era stato, dunque, adibito a luogo di incontro abituale di persone dedite all’uso di sostanze stupefacenti.
Il giovane di Palagiano dovrà rispondere dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e agevolazione all’uso delle stesse, previsti dal novellato Testo Unico. E’ stato pertanto deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Taranto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: