Operaio trovato morto in un capannone. Denunciato il titolare.

Il corpo senza vita di uomo è stato rinvenuto intorno alle 18.00 di ieri nei pressi di un’impalcatura all’interno del deposito di materiali edili di proprietà della ditta “Bonfrate” di Grottaglie (TA).

Il cadavere è stato identificato: si tratta di Ciro Meo, operaio di 61 anni di Francavilla Fontana. L’uomo,  era stato di recente assunto presso la ditta grottagliese come addetto alle pulizie ed al riordino dei materiali stoccati, aveva una vasta ferita lacero-contusa sulla parte superiore del cranio. 

 

Sul posto sono intervenuti i militari della Sezione Operativa di Martina Franca, del Nucleo Investigativo di Taranto, personale del N.I.L., nonché il Magistrato di turno della Procura Jonica. Ascoltato dagli inquirenti,  il titolare del deposito, Santo BONFRATE, 64 anni, di Grottaglie,  ha ammesso che MEO è precipitato dalla pedana in sopraelevazione di un muletto durante i lavori di sistemazione in altezza di alcuni bancali, ed è deceduto sul colpo. L’imprenditore è ora  indagato a piede libero:  risponderà di omicidio colposo aggravato dalla violazione delle prescrizioni sui luoghi di lavoro. L’intera area è stata sottoposta a sequestro. 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: