OCM vino: 22 milioni di euro impiegati in Puglia per ristrutturare 1800 ettari di vigneto.

22 milioni di euro, messi a disposizione dall’OCM Vino, sono stati erogati nel 2013 a favore di 900 viticoltori pugliesi che, nell’ambito del Programma Nazionale di Sostegno per il settore vitivinicolo, hanno così potuto ristrutturare circa 1.800 ettari di vigneto, con l’utilizzo prioritario di vitigni autoctoni.
Un risultato per il quale esprime grande soddisfazione l’Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni, che lo considera “un segnale di attenzione ulteriore rispetto ad un comparto che diventa sempre più non solo modello di sviluppo integrato per la nostra Regione, ma anche un importante tassello del nostro PIL”.
“L’agricoltura pugliese – ha spiegato Nardoni – attraverso la misura “Ristrutturazione e Riconversione dei vigneti” vede rinnovare gli impianti viticoli, adeguare le produzioni alle nuove esigenze del mercato, oltre che adottare modelli produttivi e sistemi di gestione vitivinicola finalizzati a conseguire importanti risultati sia in termini di qualità dei vini che di valorizzazione del territorio”.
“Non da ultimo – ha aggiunto l’assessore regionale – il buon risultato raggiunto anche con la misura “Investimenti” che ha consentito di finanziare 48 aziende vitivinicole pugliesi e realizzare punti vendite, sale degustazione, attività di e-commerce “Cantina virtuale” e logistica aziende”.
Uva Primitivo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: