Nasce a Manduria il Centro antidiscriminazione per contrastare discriminazioni e violenze sulle persone LGBTQI+. Video

Sarà ubicato nei locali Comunali adiacenti al Parco Giochi in pieno centro a Manduria il Centro antidiscriminazione finanziato dall’UNAR per contrastare discriminazioni e violenze sulle
persone LGBTQI+Dopo la presentazione a Putignano per una analoga iniziativa, il tour di presentazione del progetto Mo.N.Di. ha fatto tappa a Manduria con un incontro a cui hanno preso parte rappresentanti delle istituzioni, delle scuole, degli enti del Terzo Settore con l’obiettivo di diventare argine attivo contro ogni forma di discriminazione nei confronti delle persone LGBTIQ+.

Nell’incontro sono stati condivisi obiettivi, illustrate azioni in programma, finalità e modalità di accesso al centro antidiscriminazione. MO.N.DI., Modello di Non Discriminazione, è un progetto studiato per la protezione, l’aiuto e il sostegno a persone LGBTQI+ vittime di discriminazioni, maltrattamenti, violenze e abusi. Realizzato da MIXED lgbti, Sud Est Donne (rete di centri antiviolenza) e Hermes Academy Onlus di Taranto, grazie ai finanziamenti dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (Unar), il progetto vede il coinvolgimento di enti pubblici, tra cui l’Ambito Territoriale Sociale di Manduria, scuole e realtà del privato e del terzo settore: una rete indispensabile per rendere più accessibili i diritti e migliorare la qualità della vita delle persone LGBTQI+.