Manduria. Sede dell’ ex Guardia Medica trasferita presso il Giannuzzi

Da lunedì 14 settembre il servizio di Continuità Assistenziale (ex guardia medica) di Manduria, con sede in Via San Gregorio Magno, è stato trasferito presso il Presidio Orientale “Giannuzzi”.

In linea con quanto disposto dalla legge Regionale n. 66 del 18 dicembre 2018, tale riorganizzazione consente di gestire le richieste di pronto soccorso caratterizzate da bassa criticità, decongestionandone l’attività, riducendo i tempi d’attesa per l’utenza e aumentando l’appropriatezza delle cure.

Gli utenti che si rivolgono al servizio di Continuità Assistenziale sono sottoposti a triage da parte degli operatori sanitari al fine di valutare la presenza di eventuali sintomi riconducibili al Covid-19, garantendo, così, una maggiore tutela sia per gli utenti che per gli operatori.

L’iniziativa, creando una solida integrazione tra servizi sanitari e territorio, garantisce un’offerta assistenziale più completa, secondo le finalità stabilite dalla Regione.


Il Servizio di Continuità Assistenziale – ex guardia medica – è parte integrante del Servizio Sanitario Nazionale  e garantisce la continuità dell’assistenza medica  al termine dell’orario di servizio dei medici di famiglia e dei pediatri di libera scelta.
Le modalità di erogazione del servizio, i compiti e gli orari di accesso alle strutture sono normati dall’ ACN di categoria (atto di intesa Conferenza Stato Regioni reperito 2272 del 23 marzo 2005) e dall’AIR (D.G.R. 2289 del 29.12.2007 – BURP n.10 del 18.01.2008).
Rientrano tra i principali compiti del medico di continuità assistenziale:

  • Le visite domiciliari;
  • Le visite ambulatoriali (negli orari previsti);
  • I consulti telefonici (in questo caso si consiglia di rispondere con calma alle domande poste dal medico in servizio, al fine di consentire l’acquisizione di tutte le informazioni necessarie per decidere gli interventi più appropriati al caso. Il consiglio telefonico rappresenta un atto medico a tutti gli effetti);
  • Le certificazioni di malattia (dalle ore 20.00 dei giorni feriali e dalle 10.00 dei giorni prefestivi, quando il medico di famiglia non è in servizio, per la certificazione di malattia ci si può rivolgere al sevizio di continuità assistenziale. La durata del certificato è di norma di un giorno. Solo nei prefestivi e festivi il certificato di malattia può avere durata massima di 72 ore).

Il medico al termine della visita ambulatoriale o domiciliare rilascia un modulario informativo destinato al medico di famiglia o alla struttura sanitaria in caso di ricovero.

Il servizio è gratuito solo per i residenti nella Regione Puglia
Per i non residenti e per i turisti il servizio è a pagamento ( D.G.R. 2289 del 29.12.2007, BURP n.10, art. 37 comma 4 -5).

Il compenso previsto è:

Visita ambulatoriale  15, 00 Euro
Visita Domiciliare 25,00 Euro

Il compenso è dovuto direttamente al medico che ha eseguito la prestazione e che rilascia regolare ricevuta.

Nelle sedi di continuità assistenziale l’attività ambulatoriale è garantita nei seguenti orari:

NOTTURNI – DALLE ORE 20.00 ALLE ORE 22.30
DOMENICA E FESTIVI – DALLE ORE 08.00 ALLE ORE 13.30 / DALLE ORE 15.30 ALLE ORE 20.00
SABATO E PREFESTIVI – DALLE ORE 10.00 ALLE ORE 13.00 / DALLE ORE 15.30 ALLE ORE 20.00

Nelle restanti fasce orarie il servizio è contattabile esclusivamente  telefonando ai recapiti  delle varie sedi territoriali.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: