Impianto di biometano liquido ad Avetrana. Micelli: bloccare l’iter

Un nuovo progetto che interessa la comunità avetranese potrebbe essere attuato.

La notizia è stata diffusa tramite social e da alcuni organi di informazione: riguarda un impianto di biometano liquido il cui iter, già avviato e presentato dalla ditta PANTAR, rientrerebbe nell’ambito di altri interventi ricadenti nel CIS” nel territorio di Avetrana, oltre che uno nella zona industriale di Taranto. Ne ha dato notizia il consigliere comunale Emanuele Micelli che in una lettera di chiarimenti inviata al Sindaco afferma: “Sempre dall’articolo si evince che l’impianto di Avetrana dovrà ricevere anche rifiuti da discarica. In base a quanto riportato dall’articolo, il progetto sarebbe già al vaglio dei tecnici comunali, ma sarebbe, secondo quanto riferisce l’articolo, “top secret”, mentre il Comune si sarebbe già espresso favorevolmente.”
 
“Considerato che circa un mese fa, il sottoscritto – scrive ancora Micelli –  chiedeva verbalmente agli uffici comunali e ad alcuni amministratori comunali, contezza di questa voce ancora non divulgata ufficialmente, avendo riscontro negativo. Si chiede al Sindaco di inviare una lettera di diffida all’azienda PANTAR ed al suo legale rappresentante
Antonio Bertolotto, sia al Sottosegretario Maurizio Turco, atta a bloccare tutto l’iter eventualmente già avviato (come riporta la stampa).
Micelli ha chiesto inoltre al sindaco di convocare immediatamente un
Consiglio Comunale monotematico in cui si possa discutere di questo progetto, ed eventualmente valutarne insieme alla popolazione l’impatto sulla comunità, previa messa a disposizione dei consiglieri comunali di tutti gli atti inerenti questo progetto, in quanto in una pubblica amministrazione non esistono atti “top secret”; qualora siano stati espressi pareri favorevoli (così come riportato dall’articolo di stampa), si chiede
di produrli per portarli a conoscenza della cittadinanza.” 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: