Manduria: I piccoli dell’ASD Don Bosco sono Campioni d’Italia

E’ stata una stagione entusiasmante quella dei piccoli calciatori dell’ASD Don Bosco di Manduria culminata con il primo posto anche nel torneo nazionale CNOS Final T-ime che gli è valso il titolo di campioni d’Italia. Il torneo si è svolto a Corigliano Calabro dal 29 aprile al primo maggio. Accompagnati dal mister Vincenzo Palumbo e dal Dirigente Giuseppe De Sario i piccoli calciatori hanno disputato le prime sette partite dando il massimo di se stessi ma rischiando l’eliminazione e qualificandosi solo in extremis per le semifinali dopo essersi confrontati con validissime realtà sportive provenienti da diversi posti d’Italia.
La semifinale si è disputata sabato in notturna contro i rivali di sempre di Lecce, squadra imbattuta nel torneo che è stata fermata in un pareggio solo dalla squadra Messapica e poi sconfitta solo ai calci di rigore.
In finale hanno avuto la meglio contro i campioni uscenti del Torre Annunziata vincendo due a zero in un finale al cardiopalma con un risultato in bilico fino all’ultimo minuto.
Questi i nomi dei campioni d’Italia: CALÒ DAVIDE, DOCI CLAUDIO, ERARIO FRANCESCO PIO, PISELLO RICCARDO, DE SARIO STEFANO NICOLA, DINOI GIUSEPPE, DIMITRI MATTIA, DIMITRI MATTEO, PESARE CARMELO, CALÒ ANTONIO, CALÒ DAVIDE, DE VALERIO ALESSIO, DICURSI SIMONE.
“Siamo enormemente soddisfatti, ” hanno dichiarato i due accompagnatori mr. Vincenzo Palumbo e il dirigente Giuseppe De Sario “non solo per la vittoria conseguita che senz’altro tutti speravamo di conquistare, – arrivata anche grazie alla tenacia dei piccoli calciatori nonché grazie a tanta fortuna, – e che ha colorato di positività la tre giorni, ma soprattutto per aver centrato il principale obiettivo che consiste nell’aver permesso di fare ai ragazzi questa indimenticabile esperienza facendoli partecipare al torneo nazionale CNOS, un torneo unico nel suo genere che vede come principale scopo quello di ricreare in qualsiasi posto d’Italia un ambiente familiare composto dalle più lontane realtà così come ci ha insegnato Don Bosco privilegiando l’aspetto del sano stare insieme che permette ai ragazzi, e anche agli adulti, di relazionarsi con nuovi amici con il solito e tradizionale spirito di ospitalità che caratterizza tutti gli oratori d Italia! Ringraziamo l’Oratorio di Corigliano Calabro per l’impeccabile accoglienza organizzata nei minimi dettagli.
Anche Attraverso lo sport i nostri giovani possono imparare le regole della vita. I nostri ragazzi sono stati tre giorni in ritiro sportivo e religioso allo stesso tempo, e si sono confrontati con le piccole responsabilità quotidiane di ogni giorno lontano dalle piccole abitudini e comodità a cui sono abituati nelle proprie famiglie!
Vogliamo insegnare ai ragazzi che si gioca per vincere ma senza animosità. Il vero obiettivo raggiunto, quindi, è stato quello di far conoscere ai ragazzi il valore dello sport non come scontro ma come festa e incontro in cui celebrare il dono della vita.
Del resto le realtà oratoriane di Lecce e di Manduria hanno raggiunto Corigliano Calabro in un clima di estrema fratellanza condividendo lo stesso autobus sia per l’andata che per il ritorno.”
Le giornate hanno visto la partecipazione di circa 300 ragazzi dagli 8 ai 14 anni che si sono cimentati nelle categorie del calcio dei pulcini, esordienti e giovanissimi!

Le foto della vittoriosa trasferta calabrese:

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: