Manduria: l’Amministrazione Comunale visita il “Centro Diurno Domus Fiordaliso” con cui avviare proficua collaborazione

All’inizio quando è nato nel 2016 erano presenti solo tre disabili e due operatori. Ora il “Centro Diurno Domus Fiordaliso” di Manduria, è cresciuto notevolmente diventando il fiore all’occhiello della provincia di Taranto.

Oggi conta circa 17 disabili provenienti dai 7 comuni dell’ambito, 1 Assistente sociale, 3 O.S.S., 3 Educatori, 1 Terapista e 1 Fisioterapista. Ieri, nel corso della “Giornata Internazionale delle persone con disabilità”, il Centro è stato visitato dal sindaco di Manduria Gregorio Pecoraro e dall’Assessore alle Politiche sociali e pari opportunità, Fabiana Rossetti. E’ stata l’occasione per conoscere da vicino l’importante realtà e stabilire un rapporto di cooperazione tra amministrazione e associazioni ed avviare una lunga e proficua collaborazione.

Gli amministratori sono stati accolti calorosamente da tutti gli utenti, gli operatori e i responsabili.

“Il nome non è stato scelto a caso: Domus, dal latino casa” – ha spiegato Matteo, un disabile che per l’occasione ha preparato un graditissimo saluto al Sindaco e
all’Assessore – “ed è esattamente così che ci sentiamo: a casa, coccolati dai nostri operatori che ci trattano – ha proseguito – con un amore innato, come se fossimo loro fratelli e sorelle minori”.
Il Sindaco e l’Assessore dopo aver visitato l’intera struttura con i responsabili ed essersi complimentati con essi per il lavoro che svolgono in massima sicurezza per ospiti e operatoti, anche e soprattutto in questo difficile periodo, hanno dialogato con gli ospiti, con gli operatori, gli OSS e gli Assistenti sociali terminando l’incontro con una doverosa promessa: trascorrere un intero pomeriggio insieme.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: