Manduria: identikit del truffatore dell’anziana

“In 83 anni non mi è mai capitata una cosa simile.” E’ ancora sotto choc, incredula e smarrita, l’anziana che mercoledì mattina è stata vittima di una truffa compiuta da un ignoto malvivente che le ha portato via 250,00€.
A distanza di qualche ora dalla vicenda, che vi abbiamo già riferito in altro articolo, la donna, ha raccontato altri particolari che possono essere utili ad individuare il truffatore. “Aveva i capelli neri, una giacca di pelle, con un accento forse barese o tarantino ma sicuramente non era un manduriano”. L’avrebbe fermata per strada nei pressi della sua abitazione raccontandogli di essere amico del figlio Gregorio (nome, forse, che la stessa anziana potrebbe aver detto chiedendo conferma di chi si trattasse). Dopo aver ottenuto la fiducia della donna con modi affabili e cortesi, l’uomo l’ha fatta sedere in macchina, una utilitaria tipo Matiz di colore grigio, per spiegargli con tranquillità il problema: Gregorio, secondo il finto amico, doveva ritirare dalla banca 26mila Euro ma per far questo doveva versare circa 2500,00€ che avrebbe dovuto anticipare l’anziana madre. Per essere più convincente ha fatto una finta telefonata, ma alla richiesta della donna di parlare direttamente con il figlio che, il truffatore faceva credere fosse dall’altra parte del cellulare, rispondeva abilmente con una scusa che all’anziana non ha fatto venire alcun sospetto. Convinta, la donna si è fatta accompagnare a casa dal truffatore che doveva ricevere il denaro. L’anziana è andata in camera da letto ed ha prelevato 250,00€. Quando le ha consegnate, l’uomo meravigliato ha detto “Solo questi tieni?” ribadendo che ne servivano 2500,00€. Quando l’anziana ha detto che gli altri potevano prenderli al negozio del figlio, il truffatore si è messo in macchina e, in un secondo, si è dileguato.
Solo dopo, l’anziana si è resa conto del pericolo occorso dando tanta confidenza ad uno sconosciuto.

truffa-anziani

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: