Manduria. Evade dai domiciliari e va a rubare.

Nonostante gli arresti domiciliari cui era sottoposto, ha lasciato la propria abitazione e, a bordo di una moto-ape, ha raggiunto San Pietro in Bevagna, località marittima di Manduria, con il chiaro intento di svaligiare le abitazioni estive.

Gregorio Curto, 49 anni, originario di Avetrana ma residente a Francavilla Fontana (Br), con pregiudizi specifici per reati contro il patrimonio, è stato arrestato nel tardo pomeriggio di ieri dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Manduria intervenuti sul posto in seguito ad una segnalazione al 112.
L’esperto “topo d’appartamento” era stato infatti sorpreso da un abitante della zona in contrada Demani. Qui, dopo aver infranto il vetro di una finestra, era entrato in un’abitazione estiva appropriandosi di una lavatrice e di una stufa a legna in ghisa che aveva provveduto a caricare sul motocarro. Proprio mentre il ladro era in procinto di allontanarsi con la refurtiva, l’uomo aveva tentato invano di fermarlo afferrando la maniglia della portiera del tre ruote, ma era stato poi costretto a desistere a causa della reazione violenta del malfattore che , dall’interno del mezzo, aveva più volte aperto e chiuso la portiera cercando di colpirlo.
Informati dell’accaduto, i Carabinieri si sono messi sulle tracce del fuggitivo e, dopo aver attentamente perlustrato la zona, hanno rintracciato Curto a bordo della moto-ape ormai scarica, in quanto il ladro aveva astutamente provveduto ad nascondere la refurtiva in aperta campagna.
Quanto sottratto è stato recuperato e restituito all’ignaro legittimo proprietario, mentre il mezzo, sul quale saranno effettuati accertamenti per risalire alla proprietà, è stato sequestrato.
Curto, condotto in caserma, è stato arrestato con l’accusa di evasione, furto aggravato in abitazione e rapina impropria oltre che denunciato per guida senza patente.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: