Manduria: coltivava marijuana nell’armadio, arrestato 27 enne. Le foto.

Una serra artigianale comodamente occultata nell’armadio: così un giovane 27 enne di Manduria aveva “avviato” l’attività di coltivazione e spaccio di marijuana. Attività stroncata dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Manduria che hanno concluso brillantemente l’ennesima operazione finalizzata al contrasto del fenomeno dello spaccio e del consumo degli stupefacenti nell’ambiente giovanile. Il blitz è scattato ieri mattina. I Carabinieri del Norm di Manduria, dopo aver eseguito nei giorni scorsi alcuni servizi di appostamento presso l’abitazione del giovane Gregory Micera, 27enne del posto, durante i quali avevano notato un andirivieni di tossicodipendenti, hanno eseguito una perquisizione domiciliare, anche avvalendosi di un’unità del Nucleo Cinofili di Modugno. In cucina i militari hanno rinvenuto il primo “strumento” del mestiere, un bilancino di precisione, verosimilmente utilizzato da Micera per la pesatura ed il confezionamento della droga in più dosi. All’interno dell’armadio della camera da letto, il giovane aveva, invece, realizzato una vera e propria serra artigianale, con l’utilizzo di una lampada alogena ancorata al ripiano superiore del suppellettile, opportunamente rivestito internamente di carta stagnola per garantire le idonee condizioni d’illuminazione e di temperatura per la crescita della cannabis. I carabinieri hanno sequestrato cinque vasi contenenti delle piante di marijuana dell’altezza media di circa 30 centimetri, mentre altri due contenenti due germogli della medesima pianta, materiale per la coltivazione ed il confezionamento dello stupefacente, nonché circa 60 grammi di foglie di marijuana, pronte per essere essiccate.
Micera, al termine delle formalità di rito, è stato trasferito presso la casa circondariale di Taranto, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

775

SONY DSC

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: