Manduria: “…acquistare la casa di Elisa Springer per farne un museo!”

“La casa di Elisa Springer, dove ha vissuto sino al suo trasferimento in Basilicata, è in vendita.”

Parte da questa  notizia l’idea lanciata dalla professoressa Cecilia De Bartholomaeis:  “Si potrebbe aprire una sottoscrizione, Amministrazione comunale in testa, ma aperta a tutti i cittadini, per acquistarla e farne una casa-museo?”

La proposta in queste ore sta raccogliendo consensi su FB. 

Dopo aver appreso ufficialmente, oltre venti anni fa del dramma della concittadina Elisa Springer sopravvissuta ai lager nazisti, che nonostante l’età portava nelle scuole la sua testimonianza, molti manduriani hanno condiviso la necessità di conservare nel futuro la memoria di questo tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, affinché simili eventi non possano mai più accadere. Manduria, ha già intitolato alla signora Springer una piazzetta ma può contribuire maggiormente a divulgare i suoi ricordi magari realizzando anche una casa-museo.

Vedremo se, con il contributo di tutti, si riuscirà a portare a termine questo progetto.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: