Lizzano: tornano cattivi odori anche se discarica sequestrata

Sottoposta a sequestro dall’Autorità Giudiziaria, la discarica privata per rifiuti non pericolosi di proprietà della società Vergine Spa, sita in Contrada Palombara, a nord di Lizzano, ma appartenente alla giurisdizione territoriale del Comune di Taranto, continua ad emanare cattivi odori.

E’ questo quanto denuncia il Gruppo Consiliare “Il Giglio – Insieme per Lizzano” in un esposto inviato alla Procura della Repubblica di Taranto oltre che ai Sindaci di Taranto e Lizzano, al Presidente della Provincia jonica, all’Assessore all’Ambiente della Regione Puglia, al Direttore Generale di Arpa Puglia e al Prefetto di Taranto.
“Nelle ultime notti – scrive il Capogruppo, Dott. Antonio Clemente Cavallo – intensi e sgradevoli odori hanno invaso, ancora una volta, il centro abitato di Lizzano. Odori ben conosciuti, purtroppo “familiari” ai cittadini lizzanesi, avvertiti in presenza di venti di tramontana provenienti da nord. Si teme che tali odori oltre che sgradevoli siano anche nocivi, come accertato dagli organi istituzionalmente preposti”.
“Sconcerta il fatto che, seppur con frequenza minore rispetto al passato, tali odori continuino a manifestarsi, nonostante la discarica sia chiusa, sottoposta a sequestro.
Cavallo invita dunque le Autorità competenti “a verificare quanto esposto, a tutela della salute di tutti i cittadini, in particolare di quelli più deboli, i bambini in primo luogo”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: