Il Castello di Avetrana infestato di fantasmi? Ne è convinto il gruppo del PIW

Il binomio castelli-fantasmi è praticamente qualcosa di automatico nell’immaginario collettivo.

Sono tante le storie e le leggende legate a dimore, vecchi manieri che, disseminati nel territorio italiano e non solo, nel corso dei secoli potrebbero essere stati luoghi di tragedie e potrebbero manifestare ancora delle “presenze”. Così sembra essere anche al Torrione il monumento- simbolo di Avetrana, oggetto qualche settimana fa della visita del gruppo PIW che ha rilevato più entità. Si tratta del Paranormal Investigation World un gruppo di ragazzi uniti da una sola passione il Paranormale. A Lele e Dany fondatori del gruppo si sono uniti Mauro,Domenico,Fabio e Alessandro.

A qualcuno la “scoperta” potrà fare sorridere. Ad altri la notizia potrà intrigare. Si perché sono tanti gli appassionati di storie misteriose che “gli acchiappafantasmi” salentini cercano di svelare con le loro indagini, possibili grazie ad una potente attrezzatura di rilevazione. Un “filo diretto” con i fantasmi che rispondono alle domande utili a ricostruire le storie pubblicate sul relativo canale You Tube. Sarebbero almeno cinque le entità rilevate tutte con delle storie da indagare.

Questo crea interesse anche su questo monumento di Avetrana.

Il Castello noto anche come Il Torrione è vicino al centro storico. Edificato alla fine del XIV secolo su una preesistente fortificazione del casale medioevale S. Maria della Vetrana, ha subito nel corso dei secoli, diversi rifacimenti che hanno alterato e modificato l’originaria fisionomia. Attualmente il castello presenta due distinte strutture: il Mastio e il Torrione cilindrico che è la parte più antica ed un successivo corpo di fabbrica con un ampio cortile quadrangolare con loggia e porticato, decorato con motivi settecenteschi e classici. Dominano il complesso fortilizio il Mastio di forma parallelepipeda e la Torre tonda posta ad angolo con una cornice e beccatelli. Al di sotto del castello numerosi ambienti ipogei, in particolare tappeti e granai. Nel 2003 nella casamatta del Torrione è stata allestita una mostra archeologica permanente ed è stato realizzato un percorso nell’area di scavo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: