Femminicidio a Trepuzzi. Donna sgozzata dal marito

Una violenta lite tra coniugi finisce in tragedia. E’ accaduto nel pomeriggio a Trepuzzi
in provincia di Lecce. La vittima è una donna di 57 anni, Teresa Russo, originaria di Novoli. I due, entrambi non udenti, si trovavano nella loro abitazione al piano terra della palazzina di via Generale Papadia. Sembra che tra i due ci fossero attriti per una separazione in atto. Questa volta la lite è stata fatale per la donna che è stata sgozzata con un coltello da cucina. E’ lì che è stata poi ritrovata in una pozza di sangue. I vicini, nel primo pomeriggio, hanno udito un tonfo, ma poi hanno attribuito il rumore ad alcuni lavori in corso per strada. Ad uccidere la donna sarebbe stato il marito Michele Spagnuolo di 77 anni che in un primo momento si era reso irreperibile. Nel giro di poco tempo, però, i carabinieri lo hanno rintracciato e portato in caserma. Sul posto si sono recati i carabinieri del Nucleo investigativo di Lecce, della compagnia di Campi Salentina e della stazione di Trepuzzi insieme al pubblico ministero di turno Luigi Mastroniani e al medico legale Alberto Tortorella. La donna lavorava all’ufficio postale di Trepuzzi, lui invece era in pensione. La coppia ha un figlio di 28 anni, militare dell’Esercito in servizio a Rimini.
Il marito della vittima aveva confessato autoaccusandosi del delitto con un biglietto lasciato davanti alla caserma dei carabinieri, su cui ha scritto: “Sono stato io ad uccidere mia moglie”.
L’uomo avrebbe annunciato ieri la sua decisione di fare ‘una pazzia’ in un video-messaggio inviato a un’amica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: