Dott. Cosma: Il nostro bisogno di salute ha bisogno di tutti i reparti per l’ospedale “Giannuzzi” di Manduria

In  Italia l’assistenza sanitaria pro capite  è stata  di euro 5640 molto meno di  Germania (7540) Francia,  Olanda, Regno Unito che varia da 6 e 7 a 7200 euro; la  Svezia poi detiene il primato a 9.055; peggio Portogallo, Polonia ecc. ecc.

La spesa pubblica pro capite delle regioni del nord supera di circa 300, 400 euro quella del sud; come al solito l’Italia viaggia a due velocità. L’attuale PRNN rappresenta una opportunità importante per ridurre le diseguaglianze  tra nord e sud; ma bisogna attuare progetti adeguati, investire in salute: eliminare le pregresse ristrettezze per opera dei tagli; dare la dignità che  merita alla comunità che ha subito il taglio, costretta a spostarsi  per altre strutture, nel Veneto per esempio, non allignano le cliniche private. Gli abitanti del nostro circondario rivogliono i servizi di base: ostetricia, pediatria, otorino oculistica, medicina, chirurgia, ortopedia, cardiologia, oncologia e relativi servizi. Migliorare gli ospedali strategici per la loro posizione e per l’entità della loro comunità gravitazionale (70, 80000 abitanti, e che nei mesi estivi sale a 150000); ognuno poi, dal servizio di base si può spostare dove vuole, e come vuole. Non ci sono abitanti di serie A e B. Consigliamo ai Direttori non medici un Master nelle regioni del Nord  per apprendere le regole di gestione ed il modo di strutturare i reparti, vuoi per il personale: piante organiche, vuoi per l’attrezzatura tecnico- medicale in base a parametri di comunità ben adeguati. La prevenzione e il buon senso suggeriscono  che il turnover venga attuato,  nei casi di sopravvenuta vacanza realizzatosi per qualsiasi motivo, si facciano i concorsi. Non si può rimpinguare volutamente  reparti di altri nosocomi mandando allo sbaraglio comunità competenti. Non si  giustifica del proprio operato la risposta del Dott. Rossi  e il Dott. Lopalco alla richiesta di un assessore di un punto nascita: c’è la denatalità, “dateci 1000 nascite e possiamo accontentarvi“; le nascite molto dipendono dalle politiche sociale di un popolo, vedi la Francia, ma qui si vuole fare prevenzione ossia preparare la sanità a qualsiasi evento; le malattie infettive 4 anni fa erano state cancellate dalla scena oggi occupano tutti gli ospedali vedi covid. Bene ha fatto il Presidente Emiliano a mettere su una struttura anticovid nella filiera!. I L.A.M., devono essere uguali per tutte le regioni e bisogna presumibilmente evitare i viaggi della speranza. Per i propri servizi. L’auspicio è che il nostro nosocomio si appropri di tutti  i suoi servizi pregressi dopo essersi sacrificato col “covid”. 

Nota del Dott. Aldo Cosma, Già Primario di Pediatria di Manduria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: