Depuratore: sindaci chiedono incontro al Presidente Emiliano. Lui risponde…

Una richiesta congiunta di incontro. Mittente i tre sindaci di Manduria Roberto Massafra, di Avetrana Antonio Minò e di Sava Dario Iaia. Destinatario il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. Si tenta il tutto per tutto per cercare di risolvere un problema che inizia davvero a diventare ossessionante per i cittadini. Dietro la spinta del Sindaco di Avetrana (i più penalizzati sono proprio gli avetranesi) preoccupato per quello che potrebbe accadere nelle prossime ore quando i manifestanti dovranno affrontare l’arrivo degli escavatori, dopo una vivace discussione si è deciso di tentare di convincere Emiliano di accettare la volontà espressa nell’ordine del giorno dal consiglio comunale di Manduria di realizzare il depuratore in contrada Laccello a Manduria accanto al vecchio depuratore.
Incerto l’esito e gli effetti di questa nuova richiesta.
Di sicuro c’è invece la chiara presa di posizione del Presidente Michele Emiliano disponibile come nessun altro Presidente a dialogare direttamente a mezzo social con i cittadini.
A sollecitare l’ennesimo intervento è un cittadino di Manduria: questo il suo post:

“[19/6, 15:18]: Presidente. Sono un manduriano che non ha alcun interesse nella faccenda del depuratore se non l’amore per la propria terra. Noto tra le comunità interessate tanta confusione sul progetto A, B e C. Considerato che a Manduria non possiamo fare affidamento sull’amministrazione comunale, come avrà avuto modo di verificare, purtroppo, e su tutti gli interessi (anche privati cosi come ha anche fatto intendere lei) che ruotano attorno al depuratore, vorrei che facesse chiarezza, senza politichese ma come se parlasse ad un bimbo di scuola elementare che le alternative possibili sono solo 2 (URMO o SERPENTI). C’è ancora chi gioca con lo spostamento totale del sito, cosa tra l’altro improponibile immagino, ma proprio per questo vorrei che lei desse una lezione di democrazia ai nostri pseudo politicanti indicando ancora fattibile la proposta SERPENTI. In questo modo vorrei provare attraverso la stampa locale a difendere il suo nome e far capire chi sta sbagliando realmente in tutta questa storia. La ringrazio di cuore.

[19/6, 21:43] Emiliano: Il depuratore è comunale e la sua localizzazione puó essere decisa solo dal Comune di Manduria. La Regione non c’entra nulla. Se Manduria avesse voluto cambiare la localizzazione lo avrebbe potuto fare.

[19/6, 22:02] Ora è troppo tardi immagino?????” – chiede infine ancora il cittadino manduriano ma l’ultimo quesito sinora non ha avuto risposta.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: