Depuratore Manduria – Sava: manifestanti bloccano i mezzi pesanti. Solidarietà dal campione Leonardo Melle

Così come previsto si sono presentati questa mattina in contrada Specchiarica nei pressi di Urmo Belsito i mezzi pesanti contenenti escavatori e quanto necessario per

allestire nuovamente il cantiere dove sarà realizzato il depuratore consortile. Come annunciato a bloccare l’arrivo delle “ruspe” c’erano i cittadini, un centinaio circa, soprattutto donne con i bambini, che hanno formato un muro per sbarrare la strada e non consentire il passaggio degli operai. Con loro gli amministratori del Comune di Avetrana il sindaco Antonio Minò che indossa la fascia tricolore. Il tutto alla presenza di numerosi agenti e carabinieri che per il momento non sono intervenuti. I manifestanti hanno lanciato nuovi appelli affinché si torni a riconsiderare la possibilità di spostare l’impianto dalle marine. Assenti, al momento in cui scriviamo, gli amministratori di Manduria che dopo il “famoso” consiglio comunale che ha prodotto un ordine del giorno che la Regione Puglia ritiene carta straccia, hanno fatto cadere il silenzio attorno al problema depuratore rilanciando la palla di ogni responsabilità alla Regione Puglia.
Intanto si allunga l’elenco di artisti e personalità che manifestano il proprio sostegno a chi si batte per allontanare il depuratore dalle marine. Questa mattina al presidio ai è recato il campione paralimpico Leonardo Melle di Manduria che ha annunciato la prossima presenza anche di altri campioni e medaglie d’oro a sostegno della protesta contro quello che ormai tutti definiscono un vero e proprio scempio.
Il video

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: