Depuratore: Arcangelo Durante invia dossier al Commissario Garufi

Il commissario Prefettizio di Manduria dott.ssa Francesca Adelaide Garufi ha detto chiaramente in conferenza stampa che per la sua attività non sarà necessario ascoltare le forze politiche del paese perché
intende approfondire di persona ogni questione prima di prendere le decisioni importanti per la comunità che amministra. Proprio per questo Arcangelo Durante, esponente di Forza Italia, ha deciso di inviarle i vari dossier che ha prodotto nel corso di questi anni, molti dei quali già inviati alla magistratura. Il primo caso, che sta particolarmente a cuore della comunità, è quello relativo alla questione depuratore. Com’è noto l’AQP ha inviato la richiesta di autorizzazioni per procedere con i lavori che dovranno interessare le strade esterne comunali per giungere dal vecchio depuratore in contrada Laccello sino a Specchiarica dove c’è il cantiere del nuovo depuratore. Molti cittadini temono che rilasciando queste “ultime” autorizzazioni la questione depuratore possa essere definitivamente chiusa senza che sia rispettata la volontà popolare chiaramente espressa nelle varie proteste che si sono fatte nel corso degli anni. In vista di tale importante decisione è utile dunque che il Commissario esamini le denunce inoltrate non solo alla Procura della Repubblica di Taranto, ma anche alla Procura Distrettuale antimafia di Lecce. Dalla documentazione allegata si evince la stranezza di fondamentali decisioni cambiate repentinamente nell’arco di pochissime ore, che merita un interessante approfondimento anche e soprattutto per prendere le decisioni giuste.
“Eccellenza, – scrive Durante – Le allego alla presente esposto da me presentato alla Procura della Repubblica di Taranto e alla D.I.A. di Lecce, nella mia qualità di capogruppo di Forza Italia nella scorsa consiliatura al Comune di Manduria. In esso potrà trovare una ricostruzione sistematica degli ultimi eventi in ordine alla problematica dell’ubicazione del depuratore consortile Manduria–Sava su cui la popolazione di Manduria si è inequivocabilmente espressa con una manifestazione con oltre dodicimila partecipanti. Ciò al solo fine di renderLa edotta circa una problematica che tanta passione e tensione ha creato nella collettività manduriana, al fine di poter effettuare, ove necessario, delle decisioni quanto più documentate possibili. Si allega: (1) Verbale sistema depurativo abitati Sava-Manduria-Avetrana; (2) DVD con registrazione intervista sindaco di Manduria “Sconfronto” di CiakSocial TV Web del 07 aprile 2017; (3) Delibera Consiglio Comunale di Avetrana del 10 aprile 2017; (4) Proposta di delibera del Consiglio comunale di Manduria presentata 11 aprile 2017 e ritirata in seconda convocazione il 12 aprile 2017; (5) Richiesta di convocazione Consiglio Comunale monotematico presentata il 22 maggio 2017 da parte di sei consiglieri comunali; (6) Diffida del 26 maggio 2017 del sindaco di Manduria per la ripresa dei lavori a Urmo Belsito; (7) Intervista del commercialista Sebastio al Governatore della Regione Puglia Emiliano; (8) Delibera del Consiglio Comunale monotematico del 05 giugno 2017. Nell’augurarLe buon lavoro Le formulo i miei più cordiali saluti”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: