Avetrana: denunciato autore esplosione in centro. FOTO

Si è trattato semplicemente di una bravata. Tanto per mettersi in mostra rispetto agli altri coetanei. Un gesto costato però la denuncia in stato di libertà ad un giovane 21enne di Avetrana. E’ stato lui lo scorso 29 luglio a provocare in pieno centro storico l’esplosione di un ordigno rudimentale. Al termine di un’indagine i Carabinieri di Avetrana hanno individuato il giovane che è accusato ora di fabbricazione e detenzione illecita di materiale esplodente, danneggiamento ed esplosioni pericolose.
In breve tempo i militari, grazie a servizi di osservazione, controllo e pedinamento, sono giunti ad indirizzare le indagini nei confronti del giovane avetranese.
Nei suoi confronti è scattata una perquisizione domiciliare, al termine della quale i militari hanno rinvenuto e sequestrato 100 artifizi pirotecnici del tipo “zeusmele” integri e 150 vuoti, il cui contenuto, costituito da polvere pirica, era stato, con tutta probabilità, utilizzato per la fabbricazione dell’ordigno rudimentale fatto esplodere dinnanzi alla base della porta metallica del locale adibito a ricovero degli automezzi del locale Comando di Polizia Municipale. La deflagrazione aveva danneggiato la lamiera e la soglia in marmo della porta e provocato la rottura del vetro del finestrino posteriore di un auto parcheggiata nelle vicinanze.
L’intervento dei Carabinieri ha consentito di far luce su questa vicenda che aveva gravemente turbato la serenità della comunità avetranese e delle sue istituzioni, verso le quali si pensava fosse diretto l’atto intimidatorio.
I militari hanno invece appurato che il gesto, seppur inconsulto ed eclatante, era riconducibile ad una bravata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: