Sava: William Shakespeare misterioso e affascinante interpretato da Giorgio Consoli

Shakespeare, il più celebrato drammaturgo di tutti i tempi secondo alcuni studiosi potrebbe non essere mai esistito. Di lui, in effetti, si conosce ben poco. Nessuna certezza. Shakespeare (1564-1616) potrebbe essere uno pseudonimo, un nome di fantasia. Altre curiosità legate al grande poeta ci riguardano da vicino. Uno studioso italiano afferma anche che Shakespeare non fosse altro che un prestanome di John Florio, poeta di origine italiane, attivo in Inghilterra nel ‘600. Potrebbe essere stato proprio John Florio che, avvalendosi degli appunti, dei racconti e dei testi portati dall’Italia dal padre Michelangelo e grazie alla collaborazione della cerchia di colti parenti e amici e di altri drammaturghi emergenti, avrebbe creato le opere che oggi vengono attribuite al poeta di Stratford» A 400 anni dalla morte Shakespeare continua a parlare ai giovani e ad affascinare con i suoi misteri. Una iniziativa per ricordare Shakespeare si è tenuta all’IISS Del Prete di Sava con la partecipazione dell’attore Giorgio Consoli.

cons

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: