Tentano di rapinare un postamat con ordigno ed auto come ariete ma restano a mani vuote.

Lecce – Hanno tentato in tutti i modi di rubare il denaro contenuto nello sportello automatico dell’ufficio postale di piazza Napoli, nella zona 167 di Lecce.
Ad agire nella notte, intorno alle 3.30, ignoti malviventi che, dopo aver provocato l’esplosione di un ordigno, probabilmente costituito con gas e propellente, hanno provato lo sfondamento mediante l’utilizzo di un’automobile come testa d’ariete.
La scena si è svolta sotto gli occhi di un testimone che ha subito chiesto l’intervento della Polizia. L’uomo, proprietario di un panificio che si trova nelle vicinanze, ha raccontato di essersi recato al proprio negozio e di aver notato nei pressi dell’ufficio postale, un giovane, con il volto coperto, ed un’auto Fiat Uno di colore bianco posta al centro della strada e con i fari accesi. Improvvisamente, mentre il panettiere si accingeva a scendere dal proprio mezzo, ha udito un forte boato provenire dal bancomat e, in rapida successione, l’andirivieni sfrenato della Fiat Uno, la quale ha urtato ripetutamente contro la vetrata blindata dell’ufficio delle poste, con il chiaro intento di sfondarla, senza tuttavia riuscirci. L’uomo, spaventato, ha rimesso in moto la propria auto e si è allontanato chiedendo l’intervento del 113. Sul posto i poliziotti hanno trovato moltissimi detriti del bancomat davanti al quale era stata piazzata la bomba. Dagli accertamenti è emerso che la Fiat Uno bianca era stata rubata durante la notte. Il proprietario ieri sera l’aveva parcheggiata regolarmente vicino alla propria abitazione e si è accorto del furto solo dopo essere stato contattato dalla polizia. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per effettuare una perizia relativa alle modalità dell’esplosione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: