Taranto. Protestano i lavoratori della Polizia Municipale.

Condizioni di lavoro impossibili e un clima di tensione alimentato dall’amministrazione: è quanto lamentano i lavoratori della Polizia Municipale di Taranto proclamando la stato di agitazione.I motivi della protesta sono spiegati dalla CISL FP Taranto Brindisi.!–more–>

“Il recente Ordine di servizio, a firma del Dirigente della Polizia Municipale, che dispone lo svolgimento dell’attività durante le festività infrasettimanali a tutti gli operatori del settore, intese come ore di attività supplementare senza recupero alcuno, – afferma il Segretario Generale Aggiunto Massimo Ferri – ha ancora una volta evidenziato i limiti di una conduzione che ha determinato un clima di tensione tra i lavoratori e ne pregiudica salute, sicurezza nonché l’erogazione dei servizi alla città.
Un organico insufficiente, i ritmi e i carichi di lavoro impossibili, un’organizzazione lacunosa e giornalmente improvvisata, richiederebbero un’amministrazione che stimolasse la partecipazione motivata dei lavoratori, soprattutto quando viene loro richiesto un impegno straordinario”.
“I lavoratori sono invece abbandonati a se stessi, – sottolinea Ferri – lasciati soli a fronteggiare le legittime aspettative di un territorio socialmente complicato che giornalmente si rivolge loro, offuscato dal bisogno, con animosità.
Siamo al cospetto di una gestione della Polizia Municipale che ha scelto come unico strumento regolatore della circolazione stradale quello repressivo, magari fondato sui congegni elettronici, abbandonando invece l’attività di prevenzione, come l’educazione nelle scuole, obbligatoria per legge e che, nel lungo periodo, assicura risultati più strutturati”.
“Appare, poi, lontano, anacronistico e paradossale – aggiunge inoltre il Segretario Generale Aggiunto Massimo Ferri – quanto disposto dalla normativa sulla sicurezza sul lavoro in materia di “Valutazione del rischio di lavoro stress correlato”, valutazione obbligatoria per il Datore di lavoro dal 2010 e che, se fosse fatta con un minimo di serietà, evidenzierebbe che gli operatori della Polizia Locale racchiudono in sé, non uno ma, tutti gli indicatori di rischio”.
La CISL FP proclama dunque lo stato di agitazione del personale della Polizia Municipale di Taranto e richiama l’Amministrazione comunale a fissare un incontro urgente per rimuovere le cause che determinano il clima di tensione. In assenza di immediate risposte il sindacato è pronto ad assumere le iniziative di lotta necessarie ivi compresa l’interruzione delle attività.

polizia municipale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: