Taranto: minacciava convivente con una pietra in mano

Impegnati in un servizio perlustrativo nell’ambito del rafforzamento dei servizi estivi nella provincia ionica, i Carabinieri della Stazione di Taranto Nord sono intervenuti in località “Lido Azzurro” ove era stata segnalata una violenta aggressione. Quando i militari sono giunti sul posto hanno sorpreso l’uomo mentre, con una pietra in mano, oltre ad inveire nei confronti di alcune persone presenti, stava minacciando la sua convivente. L’uomo, un 45enne rumeno domiciliato a Taranto, è stato arrestato in flagranza di reato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia.
Subito bloccato e disarmato dai Carabinieri è stato condotto in caserma dove, a seguito di una scrupolosa ricostruzione dei fatti, è emerso che la convivente, sua connazionale, peraltro ferita e con varie ed evidenti ecchimosi e lesioni in volto, era da tempo oggetto di quotidiane violenze e soprusi nonché di continue richieste di denaro da parte dell’uomo.
Il convivente violento, al termine delle formalità rito, è stato dichiarato in arresto e, su disposizione del P.M. di turno, tradotto presso la Casa Circondariale di Taranto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: