Taranto. Dà in escandescenze in chiesa: la Polizia di Stato scopre che è un ricercato internazionale

Senza un fondato motivo, era andato in escandescenze disturbando ed impaurendo i fedeli presenti nei pressi del sagrato di una Chiesa del centro cittadino.

E’ accaduto ieri pomeriggio a Taranto quanto alla Sala Operativa della Questura è giunta la richiesta d’aiuto del parroco che chiedeva un intervento dei poliziotti. Gli agenti, impegnati nei consueti servizi di controllo del territorio, sono arrivati in pochissimi minuti sul posto ed hanno fermato l’uomo che sostava ancora davanti la chiesa. I successivi accertamenti hanno permesso di scoprire che il fermato, un cittadino di nazionalità rumena di 28 anni, residente a pochi isolati dalla chiesa, era destinatario di un ordine d’arresto internazionale dovendo scontare nel suo paese d’origine la pena di un anno e quattro mesi di reclusione per reati contro il patrimonio commessi nel 2017. Pertanto, il 28enne rumeno, che dai successivi accertamenti nelle banche dati in uso alle Forze dell’Ordine è risultato avere numerosi precedenti penali anche sul territorio nazionale, è stato accompagnato prima negli Uffici della Questura per i rilievi di rito e poi presso la Casa Circondariale del capoluogo jonico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: