Sequestrati a Cisternino due depositi di oloturie

Due magazzini adibiti allo stoccaggio ed alla conservazione di “oloturie” sono stati
sottoposti a sequestro dagli agenti della Polizia di Stato in collaborazione con il Comando Navale della Guarda di Finanza di Taranto. All’interno dei locali sequestrati, ubicati in agro di Cisternino (Br), gli Agenti del Commissariato di Manduria, in collaborazione con i colleghi del Commissariato di Martina Franca e della DIGOS di Taranto, hanno rinvenuto e posto sotto sequestro – quasi tre tonnellate di questa specie ittica già lavorate e custodite in alcune celle frigorifere. Erano state confezionate e pronte per essere esportate presumibilmente in Grecia.
I sequestri di ieri sono il prosieguo della precedente operazione avvenuta lo scorso 27 maggio quando furono posti sotto sequestro, nel capoluogo jonico, due grossi magazzini adibiti sempre allo stesso commercio.
Al termine delle operazioni di sequestro il titolare dell’attività un 54enne originario di Martina Franca ed un cittadino greco di 34 anni probabile destinatario delle oloturie già lavorate, sono stati deferiti in stato di libertà per disastro ambientale, associazione finalizzata al commercio di oloturie e smaltimento illegale di rifiuti speciali.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: