Sava. Mercato settimanale riaperto a tutti i settori

Si è svolto senza problemi e nel rispetto delle regole il mercato settimanale riaperto questa mattina a Sava

, per la prima volta dopo lo stop per Covid-19, a tutte le categorie merceologiche.

Così come era accaduto per il riavvio del mercato per i soli prodotti alimentari, anche questa volta l’amministrazione savese è tra le prime in provincia di Taranto a riaprire a tutti i settori e in piena sicurezza. Il Sindaco Dario Iaia spiega così la sua decisione “Abbiamo fortemente voluto la riapertura del nostro mercato, in tutto il suo complesso , nonostante alcune perplessità da parte di chi non si immedesima nelle necessità altrui, per alcune ragioni importanti. In primo luogo, volevamo dare alla cittadinanza un segnale chiaro e forte, vale a dire che si deve ripartire, ma che lo si deve fare in sicurezza e nel rispetto delle regole. Abbiamo poi voluto essere vicino alla categoria degli ambulanti che in questi mesi hanno sofferto in modo incredibile ed in alcuni casi sembra che non esistano. In terzo luogo, non ignoriamo il fatto che il mercato sia il luogo dove si acquista più a buon mercato. Quindi, con questa scelta di riaprire diamo un segnale concreto a tutte quelle famiglie in difficoltà economica. Certamente, la nostra decisione è stata ponderata e vagliata e per potere riaprire abbiamo messo in campo tutte le risorse migliori della nostra comunità : la polizia locale, i carabinieri, gli straordinari ragazzi del volontariato ed anche gli operatori ci hanno dato una grande mano per far sì che tutto andasse nella migliore maniera possibile. Ringrazio anche le associazioni di categoria Casambulanti e FIVA Confcommercio per la preziosa collaborazione. Solo se si lavora insieme possono raggiungersi questi risultati”. Soddisfazione viene espressa anche dall’assessore al commercio Milena Bisci : “Anche in occasione di questa riapertura abbiamo voluto muoverci nella massima sicurezza. Abbiamo predisposto con il Centro Operativo Comunale un servizio d’ordine severo ed attento, vigilando per evitare gli assembramenti e sull’uso obbligatorio della mascherina e dei guanti da parte degli utenti ed anche degli operatori. Devo dire che abbiamo riscontrato grande senso di responsabilità e rispetto delle regole. Per questo tutto si è svolto in maniera serena e non abbiamo avuto alcun problema. Gli operatori commerciali ci hanno aiutato dividendo le loro bancarelle con dei teli ed invitando, in caso di assembramento davanti alle loro attività, gli utenti a distanziarsi o ad allontanarsi, richiedendo, se del caso, l’ausilio degli agenti della Polizia Locale”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: