Sava: agevolazioni per contribuenti che hanno liti fiscali pendenti

Il Comune di Sava va incontro ai contribuenti che per varie ragioni solo stati impossibilitati ad adempiere regolarmente al pagamento dei tributi. Nella seduta del 25 agosto 2017 il consiglio comunale del Comune di Sava ha deliberato circa l’adozione della definizione agevolata delle liti fiscali pendenti innanzi alle commissioni tributarie in cui sia parte l’Ente. Il contribuente che volesse aderire alla definizione agevolata delle liti fiscali pendenti in qualsiasi grado di giudizio, per i ricorsi notificati all’Ente entro il 24 Aprile 2017 e per le quali non sia già intervenuta pronuncia definitiva, potrà beneficiare del pagamento rateale del solo tributo, escludendo gli importi per sanzioni ed interessi. L’istanza dovrà pervenire al Comune entro il 30 Settembre 2017 con relativa richiesta di rateazione. Non potranno essere rateizzabili le somme inferiori a 2.000 Euro.Con l’adozione della definizione agevolata delle liti fiscali pendenti si ampliano gli strumenti deflattivi del contenzioso a disposizione dei contribuenti e dell’Ente, si permette di regolarizzare spontaneamente la propria posizione debitoria ottenendo un importante sconto legato a sanzioni e interessi che non dovranno più essere corrisposti.
Per il consigliere delegato ai tributi Marco di Punzio: “Si rafforza lo spirito di collaborazione e apertura tra l’Amministrazione ed il contribuente nella piena applicazione e rispetto dello Statuto dei diritti del contribuente”.
“Un’opportunità offerta a quanti hanno delle liti fiscali pendenti in cui è parte il Comune di Sava, si viene incontro ai contribuenti che per varie ragioni non riescono a adempiere regolarmente al pagamento dei tributi e che, – commenta il sindaco Dario Iaia – vogliono comunque regolarizzare la propria posizione debitoria ottenendo un consiste “sconto” dell’importo dovuto, eliminando di fatto sanzione e interessi contenuti nell’atto originario.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: