Rapinarono supermercato e gioielleria: arrestati quattro giovani

COPERTINO – Erano stati arrestati a maggio scorso ma, per un vizio di forma, erano tornati stati scarcerati dal Tribunale del Riesame. Ora, dopo i nuovi indizi raccoltidai Carabinieri della Tenenza di Copertino e dai colleghi della Compagnia di Gallipoli, Gianluca Calabrese, Andrea Riccardo Frisenda, entrambi di 26 anni, Cosimo Salvatore Suppressa e Mirko D’Adamo, di 25 anni sono tornati in cella, tutti di Copertino sono tornati in cella, sulla base di una nuova ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Annalisa De Benedictis. I quattro giovani sono ritenuti gli autori di due rapine compiute il 9 gennaio scorso ai danni di un supermercato di Copertino e il 5 febbraio successivo in una gioielleria dello stesso paese. In entrambi i casi armati di pistola, i banditi avevano minacciato i titolari dei due esercizi costringendoli a consegnare incasso e gioielli, per un bottino complessivo di circa 50 mila euro.

Le indagini condotte dai militari di Copertino hanno permesso di stabilire, anche mediante l’analisi dei filmati del sistema di videosorveglianza della gioielleria e dei tabulati telefonici dei soggetti, la loro presenza sia nei pressi del supermercato che della gioielleria nei giorni ed orari delle rapine. Inoltre, durante le perquisizioni domiciliari nelle abitazioni dei quattro, sono stati ritrovati gli indumenti indossati durante i due atti criminosi che una federa identica a quella impiegata per incappucciare il titolare della gioielleria durante la rapina.

HPIM0896

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: