Fiamme gialle salvano sette persone tra cui due bambini

È stato un ferragosto impegnativo per le Fiamme Gialle della Sezione Operativa Navale di Taranto, in mare nell’ambito del piano di controllocoordinato dal Prefetto di Taranto sia per la tutela degli interessi economico-finanziari che per la salvaguardia della vita umana. E proprio su quest’ultimo fronte si sono registrati due interventi in favore di altrettante unità da diporto in difficoltà. Ieri pomeriggio è stato tratto in salvo un giovane tarantino di 22 anni, che, nel risalire a bordo di una barca a vela alla fonda di fronte all’Isola di San Paolo, è scivolato dalla “pescaggina” della propria imbarcazione, procurandosi un profondo taglio alla pianta del piede che gli ha causato una forte perdita di sangue. Accortisi dell’emergenza, i finanzieri hanno immediatamente allertato il 118 e trasportato il ragazzo alla massima velocità alla “Scesa Vasto”, nel Borgo Antico di Taranto, affidandolo alle cure dei medici giunti sul posto con un’ambulanza.
L’altro intervento è avvenuto in Mar Grande che era particolarmente agitato a causa dal forte vento di scirocco. Fortunatamente a disposizione dell’equipaggio c’era un’unità navale altamente performante e in grado di fronteggiare il mare anche in caso di avverse condizioni meteorologiche. E’ così che le Fiamme Gialle joniche hanno prestato soccorso a un gruppo di sei diportisti – tra i quali erano presenti anche due bambini, di 4 e 10 anni – che, rimasti “in panne” con il proprio gommone, erano completamente in balìa delle onde. I militari, infatti, nonostante le proibitive condizioni del mare sono riusciti a rimorchiare, in completa sicurezza, il gommone fino al molo di ormeggio: i “Cantieri Navali Greco”.

Foto TA unità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: