Rinvenuti due teschi alla periferia di Squinzano: erano in una discarica abusiva

SQUINZANO – Sono stati rinvenuti casualmente nel pomeriggio del 24 dicembre scorso alla periferia di Squinzano (Le): una donna, mentre portava a spasso il cane nei pressi di una discarica abusiva in Via Machiavelli, aveva notato la presenza di due teschi ed aveva informato i carabinieri. Nel corso di un sopralluogo i militari non hanno rinvenuto altre ossa.
I resti umani saranno ora esaminati dal medico legale Alberto Tortorella incaricato dal sostituto procuratore Elsa Valeria Mignone, titolare del fascicolo sul macabro ritrovamento, di stabilire il periodo del decesso, il sesso e l’età.
Gli investigatori per ora non escludono alcuna ipotesi: i due teschi potrebbero essere stati usati per riti satanici o provenire dallo smaltimento di resti cimiteriali. Ma potrebbe anche trattarsi di un nuovo caso di lupara bianca.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: