Oncologia. Dr. Pisconti: “spostamento garantisce pazienti fragili.” I contatti per il Valle d’Itria

L’attuale stato pandemico della SARS Cov-2 ha imposto alla direzione strategica dell’Asl Taranto, su indicazione regionale, una riorganizzazione dei posti letto da destinare al Covid.

È stato predisposto, pertanto, un piano che vede l’allocazione di diversi posti letto Covid anche nei presidi ospedalieri di Manduria e Martina Franca, dove erano allocati i servizi ambulatoriali di Oncologia Medica.” 

E’ la precisazione del dr. Salvatore Pisconti che interviene per chiarire le motivazioni dello spostamento dei servizi oncologici di Manduria e Martina Franca.

Ne discende – prosegue – che la presenza degli stessi in ambienti ospedalieri Covid avrebbe potuto creare problemi ai pazienti oncologici, in considerazione della fragilità della patologia.

Da una comunicazione fornita dal Dr. Brunetti, inoltre, si evince che una percentuale di pazienti afferenti alla struttura di Manduria (il 35/40% circa del totale) proviene da aree urbane prossime a Francavilla Fontana. Nella strutturazione della Rete Oncologica Pugliese, i presidi ospedalieri di Manduria e Francavilla sono accomunati.  Per tali motivi, si è deciso di spostare momentaneamente l’attività oncologica erogata dal presidio ospedaliero di Manduria al presidio ospedaliero di Francavilla Fontana, consentendo così di mettere in sicurezza gli stessi utenti e garantendo, al contempo, tutte le prestazioni che possono essere rese da un presidio ospedaliero (diagnostica, esami di laboratorio, gestione di eventuali emergenze, ecc.).

 L’attività ambulatoriale oncologica del Presidio Ospedaliero Valle d’Itria è diretta, invece, da un Dirigente Medico della Struttura Complessa di Oncologia Medica del Moscati.

Al fine di consentire la messa in sicurezza degli ammalati oncologici afferenti al presidio di Martina Franca, si è deciso, come scelta ottimale, lo spostamento provvisorio delle prestazioni ambulatoriali presso l’Oncologia Medica del Moscati, consentendo altresì la possibilità di usufruire degli spazi dedicati, del personale formato e dei servizi resi da un presidio ospedaliero.

Si precisa che per l’attività oncologica svolta presso il Presidio Ospedaliero Valle d’Itria, si dovrà far riferimento ai seguenti contatti:

Si è provveduto, inoltre, a effettuare deviazione telefonica di chiamata e modifica di ubicazione sui moduli di prenotazione delle prestazioni”.

 

 Per la verifica di eventuali disservizi presso il PO Valle d’Itria, la direzione strategica ASL Taranto ha avviato gli opportuni accertamenti.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: