Rifiuti nelle marine. Manduria Migliore Federcivica: “Giusto redarguire ma che le regole siano chiare”

Manduria Migliore e Federcivica intervengono sulla situazione indecente in cui versano le marine di Manduria a causa dei rifiuti abbandonati lungo le strade che hanno portato anche il Sindaco Pecoraro a redarguire nella sua pagina FB la cittadinanza ed in particolare i residenti delle marine.

Sull’affermazione del sindaco “la raccolta differenziata dei rifiuti nelle marine FUNZIONA REGOLARMENTE”, e “i rifiuti DEVONO essere depositati davanti alla propria abitazione nei giorni prestabiliti” i responsabili dei due movimenti rilevano le contrastanti disposizioni del DEC (Direttore dell’esecuzione del contratto) che con un suo Ordine di Servizio n. 5 del 12/09/2020 ha previsto che la raccolta differenziata nelle marine venga effettuata, a decorrere dal 16/09/2020, tramite posizionamento dei rifiuti proprio lungo le strade principali delle marine e non più con il servizio porta a porta.

Altra informazione poco chiara è quella riportata sempre nel post del Sindaco che “Per far passare l’operatore DAVANTI ALLA PROPRIA ABITAZIONE” basta “CHIAMARE la Igeco al 800201816”.

Bene delle due l’una, – si legge nella nota – o il Sindaco non ha ben chiare le procedure previste dall’Ordine di Servizio del DEC e questo sarebbe gravissimo, oppure vi sono state in questi giorni modifiche a tale procedura in alcun modo segnalate ai cittadini”

Siamo i primi a credere che un ripristino del decoro nella nostra città e nelle marine dipenda anzitutto da un ritorno del senso civico in ogni cittadino che si senta quindi obbligato a rispettare il bene pubblico quanto e più rispetto al privato, ma di certo per arrivare a ciò occorre che le regole siano esposte chiaramente, consultabili da chiunque in qualunque momento e, soprattutto, che esse siano quanto più possibile stabili e coerenti nel tempo. Speriamo dunque – concludono Manduria Migliore e Federcivica – che l’Amministrazione si uniformi a tali elementari requisiti nell’agire quotidiano d’ora in poi, di certo noi saremo, come sempre, attenti osservatori e non mancheremo di segnalare alla cittadinanza ulteriori grossolani errori.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: