Maruggio: intimidazione al sindaco Alfredo Longo

Un pacco sospetto è stato rinvenuto questa mattina davanti all’abitazione della madre del sindaco di Maruggio Alfredo Longo, sulla via per mare.

Per accertarne il contenuto sul posto sono intervenuti gli Artificieri dei Carabinieri che, all’interno, hanno rinvenuto una piccola carica esplosiva. I militari hanno circoscritto la zona e recuperato l’ordigno.

Sull’inquietante episodio indagano i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Manduria. Dovranno far luce su chi ha potuto lanciare quello che appare a tutti gli effetti un “messaggio intimidatorio” e capirne la motivazione. Il sindaco Longo ha dichiarato di non aver ricevuto minacce e di non sapersi spiegare il motivo del gesto

Intanto iniziano a diffondersi i primi messaggi di solidarietà. “Condanniamo aspramente questo gesto VIGLIACCO. Solidarietà arriva da tutte le persone perbene del nostro territorio che nulla hanno a che vedere con certe schifezze!” E’ quanto scrive il Meetup MoVimento 5 Stelle MARUGGIO-Amici di Beppe Grillo sulla sua pagina FB.

“Le ultime notizie di cronaca riguardanti l’ennesimo atto intimidatorio nei confronti del sindaco di Maruggio (Taranto) Alfredo Longo – scrive invece il  Sen. brindisino Luigi Vitali, commissario della Commissione Antimafia – mi impegna a riportare all’attenzione dei lavori parlamentari il caso anche dell’Avv. Domenico Tanzarella, già Sindaco della città di Ostuni, che da un anno vive sotto scorta a seguito di tre vili atti intimidatori. Proprio per questo, in data odierna ho chiesto formalmente al Presidente della Commissione bicamerale Antimafia, Nicola Morra, l’audizione dell’Avv. Tanzarella e di Alfredo Longo, a seguito delle minacce dagli stessi ricevute. Non è più tempo di parlare ma di agire”.

Il sindaco di Sava, avv. Dario Iaia sull’accaduto scrive: “Esprimo, a nome mio personale e di tutta la comunità che rappresento, solidarietà e vicinanza all’amico sindaco di Maruggio Alfredo Longo ed a tutta la sua famiglia per il grave atto intimidatorio subito questa mattina. Sono episodi questi che abbiamo vissuto anche noi sulla nostra pelle e che conosciamo bene, soprattutto per i segni che lasciano a livello personale e familiare e per questo comprendo appieno il momento che Alfredo e tutta la sua famiglia stanno vivendo.
Dovete essere forti e sono sicuro che lo sarete, sapendo reagire, con tutta la comunità di Maruggio, nella maniera più adeguata e corretta rispetto ad un gesto vile che non può e non deve trovare spazio in un paese civile”.

Anche l’assessore regionale Cosimo Borraccino esprime piena solidarietà al Sindaco Longo, “un rappresentante delle Istituzioni, nostro conterraneo, minacciato nell’espletamento della sua funzione. Una brutta sorpresa: solo la sobrietà di un galantuomo come l’amico Alfredo Longo, sindaco di Maruggio, – scrive Borraccino – poteva commentare così l’intimidazione delinquenziale di cui è stato oggetto oggi. Diciamo no alla logica degli attacchi alle Istituzioni democratiche territoriali, un vero e proprio presidio di legalità, di contrasto alla violenza e di vicinanza alle esigenza della popolazione. 
Ci auguriamo che presto le Forze dell’ordine possano individuare la mano irresponsabile che ha osato mettere in atto questo gesto intimidatorio nei riguardi di un Sindaco impegnato nella corretta amministrazione e nella difesa della legalità”.

“Massima solidarietà al sindaco di Maruggio, Alfredo Longo, vittima in queste ore di un vile atto intimidatorio nei confronti della sua famiglia.” – Lo ha dichiarato il consigliere regionale di Senso Civico – Un Nuovo Ulivo per la Puglia, Giuseppe Turco – “Al netto delle differenze politiche, non deve mai mancare la vicinanza tra gli amministratori della cosa pubblica, specie per far fronte comune contro ogni forma di violenza e di illegalità. Ci auguriamo che le autorità preposte facciano al più presto chiarezza individuando i responsabili e riportando la giusta serenità all’intera comunità di Maruggio”.

Questo invece il messaggio del Consigliere Regionale Luigi Morgante: “Esprimo solidarietà e vicinanza al sindaco di Maruggio, Alfredo Longo, destinatario oggi di una gravissima intimidazione. Un episodio sconvolgente che auspico sia chiarito in tempi rapidi dalle forze dell’ordine e dagli inquirenti, arrivando all’individuazione dei responsabili. Nella certezza che pure la comunità tutta di Maruggio farà sentire al primo cittadino, ai suoi familiari e all’amministrazione comunale la propria presenza, e saprà mobilitarsi insieme alle istituzioni in difesa della legalità e del rispetto delle regole alla base della convivenza civile e democratica”.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: