Manduria. Servizio di raccolta rifiuti: ecco come migliorerà

Le fondamentali modifiche contrattuali per la raccolta dei rifiuti nel comune di Manduria riguarderanno la riduzione della raccolta, e di conseguenza della produzione, del rifiuto indifferenziato (oggi previsto due volte nell’arco di una settimana);  l’istituzione del servizio di raccolta porta a porta nelle marine di Manduria per tutto l’anno;  l’aumento del numero delle ore per il servizio di diserbo e spazzamento manuale e la raccolta degli ingombranti.

Migliorare il servizio di igiene urbana e raccolta differenziata e aggiornare il contratto in corso: sono questi gli obiettivi che l’amministrazione comunale di Manduria guidata dal Sindaco Gregorio Pecoraro vuole raggiungere prima dell’avvio della prossima stagione estiva. Per questo, con atto di indirizzo politico amministrativo ha disposto che venga elaborata una proposta di variante del contratto in vigore  con la ditta Gial Plast srl.

In particolare l’Amministrazione si propone di  innalzare i livelli di differenziazione dei rifiuti al fine di fronteggiare l’incremento dei rifiuti nelle zone marine registratosi nel corso di questi ultimi anni. Attualmente il capitolato speciale dell’appalto prevede  la raccolta differenziata nelle marine solo dal 15 giugno al 15 settembre, mentre nei restanti mesi è previsto il conferimento dei rifiuti attraverso i cassonetti. Si vuole, invece, introdurre  il “servizio di raccolta porta a porta”, anche nel periodo invernale e precisamente per il periodo dal 16 settembre al 14 giugno dell’anno successivo, eliminando definitivamente i cassonetti. 

C’è anche l’esigenza di  adeguare i servizi prestati sul territorio del comune di Manduria alla normativa vigente eliminando, ad esempio, il diserbo chimico, oggi non più consentito, sostituendolo con diserbo meccanizzato e spazzamento manuale lungo le strade e nelle piazze comunali, necessario a garantire il giusto decoro urbano.

Occorre inoltre adeguare i servizi prestati nel comune di Manduria alle intervenute esigenze del territorio, ovvero incrementare gli interventi insufficienti, come la frequenza per la raccolta degli ingombranti, e diminuire gli interventi previsti dal capitolato d’appalto con eccessiva frequenza settimanale, come il duplice ritiro del rifiuto indifferenziato che determina una notevole diminuzione della differenziazione.

Si ricorda che la Gial Plast srl  è subentrata nel marzo 2021 alla Igeco Costruzioni Spa che, risultando vincitrice della gara d’appalto, aveva sottoscritto il 28/12/2015 il contratto per la durata di nove anni. Successive vicende giudiziarie della ditta aggiudicataria, avevano portato alla risoluzione del contratto. Il servizio di raccolta dei rifiuti nel Comune di Manduria era stato, dunque, affidato all’impresa risultata seconda nell’originaria procedura di gara. La Gial Plast srl aveva manifestato la propria disponibilità al subentro nell’appalto agli stessi patti e condizioni per il periodo residuo fino al 31.12.2024.

Nel frattempo però sono intervenute variazioni sia delle esigenze dell’utenza (negli ultimi due anni  si è registrato un notevole aumento dei nuclei familiari residenti stabilmente nelle marine di San Pietro in Bevagna, Specchiarica e Torre Colimena) sia della normativa regionale in materia di raccolta differenziata,  che hanno reso obsolete le condizioni del contratto portando,  prima, a provvedimenti temporanei ed, ora, alla necessità di rendere stabili tali modifiche.