Manduria : Lista Girardi “Caro Sindaco…un po’ di chiarezza”

E’ stata protocollata questa mattina una lettera aperta indirizzata al Sindaco di Manduria Roberto Massafra. Mittente è il Gruppo Consiliare della Lista Girardi-Tutti insieme per Manduria che, rompe il silenzio, e chiede alcuni chiarimenti. Nei giorni scorsi un altro gruppo che, dovrebbe far parte dell’attuale maggioranza, aveva chiesto al Sindaco di sbloccare l’impasse amministrativa che si è venuta a creare, proponendo anche un azzeramento della Giunta comunale. Ma negli ambienti politici c’era attesa per capire soprattutto la posizione di questo gruppo che potrebbe fare la differenza. E’ una lettera cortese. Nessun tipo di minaccia alla stabilità dell’amministrazione. Ma “si legge” anche un malessere che non fa certo bene né ai rapporti politici né all’attività amministrativa della città. Si chiede innanzitutto che il Sindaco chiarisca pubblicamente, (…e non agli “angoli dei bar”) il “pregiudizio” espresso più volte nei confronti del gruppo ingiustamente ritenuto non coeso. Ma il gruppo Girardi si dice preoccupato per il prosieguo della legislatura sia per la mancanza di chiarezza sulla suddivisione dei gruppi consiliari in sottogruppi (è necessario capire da chi è formata la maggioranza), che per la mancanza di partecipazione dei consiglieri alle commissioni consiliari perno dell’attività amministrativa. “Ci fà specie – scrivono i quattro consiglieri del gruppo, Vito Leonardo GIRARDI, Maria GIULIANO, Sandra DICURSI, Federico BENTIVOGLIO – vedere la tua “ostentazione” a non fare una seria riflessione su quanto è accaduto e quanto potrà accadere.
Probabilmente, il concetto di “governance” che tu intendi portare avanti, si riduce all’approvazione degli atti di giunta e la partecipazione agli interventi: “celebrativi”
!”
Per il Gruppo Girardi dunque è necessario un cambio di passo. “Non si può più pensare di “navigare a vista”, com’è successo fino ad adesso”.
Concludono ricordando che la posizione di Lista Girardi non è stata mai “ostativa”, ma soltanto critica su quanto veniva proposto; tant’è che non c’è stato mai un voto contrario: sui provvedimenti portati in Consiglio Comunale.
Questa lettera aperta, affermano a chiare lettere, deve essere considerata solo ed esclusivamente come “stimolo” per raggiungere quegli obiettivi, magari pochi ed essenziali, che fanno bene alla città, attraverso una maggioranza “definita” e “coesa” che, il Sindaco deve ricercare.

La lettera in formato pdf
Per aprire la lettera clicca qui gir

letteragruppogirardi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: