Manduria: iniziativa di Fratelli d’Italia in difesa del “Giannuzzi” che tornerà come prima del covid

Il virus covid-19 arretra e già si pensa al futuro dell’Ospedale Giannuzzi di Manduria che, da mesi ormai, quando è scoppiata la seconda ondata dell’emergenza sanitaria, essendo stato interamente convertito per le cure legate ai pazienti positivi,

non offre le altre prestazioni sanitarie costringendo gli abitanti del versante orientale della Provincia di Taranto e del brindisino a rivolgersi altrove. In difesa del Giannuzzi si sono schierati i rappresentanti di Fratelli d’Italia. I quadri dirigenti del partito, il consigliere comunale di Manduria Roberto Puglia il coordinatore provinciale ed il vice coordinatore regionale di FDI Dario Iaia, sindaco di Sava, il consigliere regionale Renato Perrini, nella propria veste di vice presidente della Commissione Regionale Sanità hanno un incontro dinnanzi al presidio ospedaliero per verificare personalmente le notizie riportate in un documento della dott. Irene Pandiani che sacrificava ancora una volta il presidio manduriano e gli abitanti di questo territorio.   Nel corso dell’iniziativa il consigliere Regionale Renato Perrini ha tenuto un colloquio con il dott. Gregorio Colacicco che ha chiarito che il documento della dott.ssa Pandiani è ormai superato e che gradualmente, a partire già dai prossimi giorni, anche il Giannuzzi tornerà ad offrire i servizi sanitari programmati prima della emergenza covid.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: