Manduria. Il Pd chiede incontro con Asl e consiglieri regionali per discutere sul futuro dell’ospedale “Giannuzzi”

L’ospedale Marianna Giannuzzi non è più tornato alla sua fisionomia originaria pre conversione full covid. Nonostante le rassicurazioni fornite dal precedente management ASL di valorizzazione dell’impegno profuso in favore di tutta la provincia nella fase peggiore della pandemia, molti reparti del nosocomio manduriano non sono stati messi in condizione di tornare ad esprimere le loro potenzialità.”

Il segretario del Pd di Manduria Teo De Cillis in una nota si sofferma sull’attuale fase che sta vivendo l’Ospedale Giannuzzi di Manduria e sulla necessità di tornare ad avere un presidio ospedaliero che sia in grado di rispondere da subito adeguatamente alla domanda di prestazioni sanitarie aumentata in questo periodo estivo. Di qui la richiesta di incontrare i vertici della Asl e i rappresentanti regionali di riferimento

Ci preme comprendere che progetto operativo sia riservato al Giannuzzi, tanto più nell’imminenza di una stagione estiva che si preannuncia al top della ricettività turistica, con l’inevitabile maggior afflusso alle strutture sanitarie. È necessario chiarire anche, nel medio periodo, quale ruolo avrà il nosocomio del versante orientale nell’organizzazione integrata dell’offerta di salute fra ospedale e territorio, in considerazione anche della recentissima pubblicazione del D.M. 77; infine interessa aprire da subito una riflessione sulle possibili reciproche interrelazioni del M. Giannuzzi con la costituenda azienda ospedaliera Ss.ma Annunziata, in considerazione dell’approvazione in giunta del ddl. 90 il 15/06/2022. Con tali obiettivi il PD di Manduria ha chiesto di incontrare il Direttore Generale dell’Asl di Taranto dott. Gregorio Colacicco e i Consiglieri e Assessore Regionali del versante tarantino del Partito Democratico Enzo Di Gregorio, Michele Mazzarano e Donato Pentassuglia.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: